Food: la città di Pellegrino Artusi ‘cerca’ cuochi dilettanti

13

Forlì, 22 mag. (Labitalia) – L’ultima è stata una dipendente pubblica. Prima di lei, la ribalta era arrivata per un’insegnante, un pensionato, una fisioterapista, un giornalista, un bancario. Tante professioni per tanti nomi da tutti Italia, uniti da una comune passione: i fornelli. Ma non ricette qualsiasi, bensì quelle ispirate alla cucina dell’Artusi. Perché i nomi in questione sono i vincitori del ‘Premio Marietta’, il concorso per cuochi dilettanti, omaggio a Marietta Sabatini, la celebre governante di Pellegrino Artusi, padre della cucina italiana. Marietta ebbe un ruolo centrale nella vita del gastronomo contribuendo all’impresa culinaria ed editoriale ‘Scienza in cucina e l’arte di mangiar bene’, insieme al cuoco Francesco Ruffilli.

E alle ‘Mariette’ d’oggi si ispira la nuova edizione del concorso che mette in palio mille euro offerti da Conad Superstore Giardino, insieme alla possibilità di cucinare nella prestigiosa scuola di cucina di Casa Artusi, a Forlimpopoli (Forlì-Cesena), città natale del gastronomo nel corso della Festa Artusiana. La partecipazione è gratuita, solo due i requisiti richiesti: essere cuochi dilettanti e ispirarsi alle ricette del celebre manuale dell’Artusi, ‘La scienza in cucina’.

C’è ancora qualche giorno, fino a lunedì 3 giugno, per iscriversi: tutte le ricette devono pervenire al Comune di Forlimpopoli (piazza Fratti 2, 47034 Forlimpopoli) indicando ‘Festa Artusiana – Premio Marietta 2019′ entro le ore 13 dello stesso giorno. La ricetta può essere inviata anche via mail (in formato .pdf) all’indirizzo: protocollo@comune.forlimpopoli.fc.it.

Per partecipare occorre inviare una ricetta originale di un primo piatto (pasta fresca o secca o riso). Requisito indispensabile, la presenza di riferimenti alla cucina domestica regionale, alla filosofia e all’opera dell’Artusi, tanto negli ingredienti quanto nella tecnica di preparazione e di presentazione.

La partecipazione è esclusivamente riservata a cuochi maggiorenni e dilettanti, ovvero a tutti gli appassionati di cucina e di enogastronomia che non svolgono attività professionale nel settore. Le ricette eseguite devono contenere gli ingredienti (per 5 persone), il tempo di preparazione e il tipo di cottura (forno, fornello, altro), i riferimenti all’opera artusiana (stagionalità delle materie prime, curiosità storiche, tipicità territoriale). All’interno della busta l’autore dovrà indicare le proprie generalità, un numero di telefono, un indirizzo di posta elettronica, e l’attività lavorativa che attesti lo status di ‘dilettante’ di enogastronomia.

Una giuria di esperti selezionerà, fra tutte le ricette pervenute, le cinque finaliste. I cuochi finalisti saranno invitati a cucinare i loro piatti (per 5 persone) nella mattinata di domenica 23 giugno nel corso della Festa Artusiana, in calendario dal 22 al 30 giugno a Forlimpopoli. Al vincitore va un premio di 1.000 euro, ai finalisti 5 Kg di pasta. I premi sono offerti da Conad Superstore Giardino. La giuria è presieduta da Verdiana Gordini, presidente dell’Associazione delle Mariette.