Food: Raimondo, ‘Mozzarella Bufala Campana asset economico del Paese’

22

Milano, 20 giu. (Labitalia) – “La Mozzarella di Bufala Campana Dop ha conosciuto negli ultimi anni una crescita significativa. Abbiamo chiuso il 2018 con quasi 50 milioni chili di prodotto certificato arrivato in tutto il mondo. Continuiamo a migliorare le nostre performance. Questo ci fa sentire orgogliosi e nello stesso tempo pronti alle nuove sfide. Per poterle affrontare al meglio abbiamo chiesto a Svimez uno studio ad hoc”. Così Domenico Raimondo, presidente del Consorzio di Tutela Mozzarella di Bufala Campana Dop, commenta lo studio di Svimez sull’impatto socio-economico della filiera bufalina, la prima analisi nel Mezzogiorno sul valore di un prodotto a denominazione di origine, realizzato per il Consorzio e presentato oggi a Milano.

“Emerge con chiarezza – sottolinea Raimondo – che la Mozzarella di Bufala Campana Dop è un asset economico del Paese e non è delocalizzabile in nessun altro posto del mondo. Proprio la capacità di trattenere valore sul territorio è la garanzia che offre il marchio Dop. Siamo riusciti a trasformare una tradizione ormai millenaria in valore economico, lavorando su tre capisaldi: qualità, trasparenza e sostenibilità”.

“Sono numeri in controtendenza rispetto a un Mezzogiorno che fa fatica a crescere, ma al cui sviluppo la nostra filiera contribuisce in maniera significativa. Gli scenari futuri ovviamente non dipendono solo da noi, ma anche, innanzitutto, da una interlocuzione ancora più efficace con le istituzioni e la politica”, conclude.