Food: torna Taste of Roma, per ‘assaggiare’ i grandi chef

16

Roma, 3 set. (Labitalia) – Dal 20 al 23 settembre, ai Giardini Pensili dell’Auditorium Parco della Musica, torna Taste of Roma. Giunto alla sua settima edizione, è l’evento che celebra l’alta cucina della Capitale e i suoi protagonisti: una grande festa dove gourmet e amanti della buona cucina siedono alla stessa tavola per condividere la loro passione per il cibo. Taste of Roma, infatti, è l’unico evento dove poter ‘assaggiare’ i grandi chef. Nell’ormai storica location, per la prima volta, verranno allestite 18 cucine, tre in più rispetto allo scorso anno. In scena oltre 20 fuoriclasse della cucina italiana con un menù complessivo di 72 portate realizzate live dalle loro cucine dell’evento tra cui i visitatori potranno scegliere per comporre il proprio personalizzato menu.

‘Taste of Roma’ torna ad essere ancora una volta l’occasione ideale per avvicinarsi ai grandi chef, incontrarli dal vivo e assaporare la loro idea di cucina, espressa in 4 portate a un costo accessibile a tutti (variabile tra i 6 e i 10 sesterzi. 1 sesterzio equivale a 1 euro). Tra le principali attività: cocktail Academy, divertenti degustazioni, abbinamenti birra-cibo e spettacolari showcooking. “Lavoriamo con e per il cibo da anni, è inevitabile che per noi rappresenti una delle massime espressioni artistiche che coinvolge i cinque sensi. In un’epoca come questa di grandi evoluzioni, torniamo all’origine, e la raccontiamo con innovazione, cercando anche quest’anno di regalare un’esperienza irripetibile”, afferma Mauro Dorigo, General Manager di Be.It. events.

“Partendo dal concetto di ‘evoluzione del gusto’ che caratterizza a tutti gli effetti la storia e l’identità italiana, a Taste of Roma 2018 scopriremo quale opera artistica italiana ispira maggiormente la cucina dei nostri chef protagonisti attraverso il piatto che più rappresenta la loro evoluzione culinaria: quest’anno il IV piatto del menu di ogni ristorante sarà il loro #piattodautore”, sottolinea. “Anche quest’anno vogliamo far sognare tutti gli amanti della buona cucina che anno dopo anno aspettano di sedersi alla stessa tavola per condividere la loro passione per il cibo e le continue evoluzioni del mondo culinario, che non vedono l’ora di mettere letteralmente le mani in pasta cimentandosi nelle attività più divertenti e che automaticamente si trasformano nei migliori Taste Ambassador coinvolgendo sempre più amici, partner e familiari, grandi e piccini”, conclude Dorigo.