Formazione diplomatica per gli studenti delle scuole superiori di Bergamo

27

Dallo scorso 27 novembre , proseguendo con successo anche nel primo trimestre 2022, è stato inaugurato presso la scuola paritaria Leonardo da Vinci, il primo percorso di formazione diplomatica per gli studenti delle scuole superiori di Bergamo e provincia a cura dell’Italian Diplomatic Academy. Il programma “Studenti Ambasciatori alle Nazioni Unite” ha lo scopo di avvicinare i giovani studenti alla realtà internazionale nel complesso delle sue sfaccettature, ponendo la mobilità didattica come elemento fondamentale per la crescita e l’incremento delle competenze (soft-skills) fungendo da catalizzatore per una scelta universitaria e professionale consapevole e matura.

Si tratta di una serie di incontri riservati a studenti selezionati attraverso un test linguistico di ammissione,tenuti da importanti rappresentanti del mondo della diplomazia e dell’Onu. L’offerta formativa si snoda attraverso un percorso che prevede lo studio dei fondamentali di geopolitica e di relazioni internazionali; le nozioni basilari circa la storia ed il funzionamento delle Nazioni Unite; l’analisi e lo studio dei singoli Paesi da rappresentare, delle regole di procedura della simulazione, delle competenze linguistiche tecniche e di comunicazione necessarie, per un totale di 50 ore di lezione frontale, 80 ore di ricerca e studio individuale e 70 ore di simulazione.

L’obiettivo è far sì che gli studenti acquisiscano competenze in ambiti quali il public speaking, il team work e il confronto con altri gruppi di lavoro, gestione dello stress, l’utilità e l’applicazione pratica delle proprie conoscenze nozionistiche, il lavoro personale di ricerca ed approfondimento, nonché il funzionamento delle informal-interpersonal relationship, operanti sia a livello internazionale che nei più ampi contesti ( diplomatico, giuridico, accademico). L’esperienza svolge, inoltre, un fondamentale ruolo orientativo offrendo la conoscenza di possibilità lavorative che coprono una categoria molto ampia di professionisti che esulano dalle tradizionali carriere diplomatica o politica. Le Nazioni Unite, infatti, prevedono l’impiego di categorie di professionisti del tutto eterogenee e varie dal punto di vista della specializzazione e del campo di operatività.