Formazione e lavoro per le vittime di violenze, Giordano presenta il progetto. Corsi anche al Gambrinus

80
in foto Antonio Giordano, fondatore dello Sbarro Institute for Cancer Research and Molecular Medicine

Punta all’inserimento lavorativo delle donne sopravvissute alla violenza grazie all’aiuto e all’impegno delle realtà imprenditoriali presenti sul territorio napoletano, ma non solo, il progetto “Free and Indipendent woman” che verrà presentato alle 10,30 di domani dal professore Antonio Giordano, direttore dello “Sbarro Istitute di Philadelphia e professore all’università di Siena e dalla criminologa Antonella Formicola, nel corso di una conferenza stampa al Gran Bar Gambrinus di Napoli. Ed è proprio noto gran bar di piazza Trieste e Trento la prima realtà imprenditoriale ad aderire all’iniziativa con dei corsi gratuiti per “operatore bar” e corsi di pasticceria, insieme con la scuola Formatime dell’imprenditrice Alessandra Gallo, che invece, metterà a disposizione corsi di estetica e di Oss, anche in questo caso, completamente gratuiti. Il progetto, fanno sapere gli ideatori del processo, partirà dalla Campania anche se mira ad estendersi in tutt’Italia. Infatti sono tanti gli enti italiani che hanno manifestato il loro interessamento e la disponibilità ad aderire al progetto anche grazie all’impegno del prof. Giordano, da sempre sensibile alle tematiche sociali. Alla conferenza stampa è annunciata la presenza del sindaco di Napoli, Luigi De Magistris per un saluto ad inizio lavori. Partecipano Antonio Sergio, del Gambrinus, Alessandra Gallo, imprenditrice dell’associazione Formatime, Regenera, il regista Carlo Fumo, autore del Pizzagirls con la scuola “Bianca della Mulini” e il Centro anti violenza “Fenice Vulcanica”. Parteciperà ai lavori anche una donna sopravvissuta alla violenza di genere che condividerà la sua toccante esperienza per spiegare ai presenti la necessità per le vittime di avere un’autonomia economica e quindi lavorativa.