Formazione gratuita per aspiranti attori: fa tappa a Napoli il progetto nazionale Fondamenta

94

In programma dal 16 al 18 maggio, con evento conclusivo aperto al pubblico previsto per domenica 19 maggio, la tappa campana di “Fondamenta”, il progetto nazionale che la Federazione italiana teatro amatori rivolge ai giovani tra i 18 e i 30 anni, già attivi come operatori in ambito sociale o comunque interessati alla materia, che avranno la possibilità di partecipare ad un workshop di formazione gratuito sull’uso del linguaggio teatrale in situazione di disagio o fragilità. Partner istituzionali del progetto saranno i Comuni di Torre Annunziata e di Pompei, la Città Metropolitana di Napoli e l’Istituto dei Salesiani di Torre Annunziata, dove si svolgeranno tutte le attività. Condotto da docenti esperti nel campo del teatro e del sociale, il percorso formativo sarà articolato in diciotto ore complessive, suddivise in tre moduli: il primo di carattere informativo/esperienziale, condotto da Valentina Mustaro; il secondo di didattica frontale e il terzo in forma laboratoriale, entrambi guidati da Francesco Pileggi.
Già svoltosi in diverse regioni italiane, con l’Associazione nazionale di azione sociale (Anas) e il Comitato Fita di Pordenone come partner di Fita, il progetto “Fondamenta – Una rete di giovani per il sociale” prevederà complessivamente 21 workshop, uno per ogni Regione e nelle province autonome di Trento e Bolzano. Il progetto è reso possibile dal finanziamento ottenuto dalla Federazione vincendo un apposito bando del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. “Arriviamo in Campania – ha commentato Carmelo Pace, presidente nazionale Fita – forti della positiva esperienza già maturata fino a qui: una prima parte di percorso che sta confermando in pieno la validità della proposta, sia per l’entusiastica partecipazione di tanti giovani, ai quali offriamo un’occasione di formazione concreta e di qualità, sia per l’attenzione con la quale i singoli territori accolgono questi appuntamenti, che vedono la partecipazione attiva di amministrazioni locali e di realtà impegnate nel volontariato e nell’assistenza, coinvolte in importanti momenti di incontro e di dialogo”.