Forum Pa: Inail, innovazione corre su binari comunicazione

14

Roma, 23 mag. (Labitalia) – L’innovazione in Inail corre anche sui binari della comunicazione. A spiegarlo, in un’intervista a Labitalia, Mario Recupero, responsabile comunicazione esterna Inail, a margine del Forum Pa. “Un nuovo modello di comunicazione -spiega- che si avvale delle formule narrative per raccontare i servizi della pubblica amministrazione. Noi abbiamo voluto raccontare i risultati positivi dell’azione amministrativa attraverso i linguaggi della contemporaneità. Entrando così -chiarisce- nell’ecosistema digitale”.

“Sono due le iniziative -dice Recupero- ‘Belle Storie’ e la campagna ‘#storiediprevenzione’. Con ‘Belle Storie’, l’ente ha deciso di raccontare le storie di assistiti Inail, vittime di infortuni sul lavoro che, grazie al sostegno dei propri centri di assistenza protesica e riabilitativa e dei team multiprofessionali delle sedi territoriali, hanno seguito un percorso di recupero psico-fisico ritrovando la voglia di vivere e di reinserirsi nella società e nel mondo del lavoro”.

“‘Belle Storie’ -fa notare- è nato quasi in maniera spontanea attraverso post dedicati pubblicati sulla pagina Facebook Inail ed è diventato un progetto di video-narrazione, con video-racconti pubblicati a cadenza mensile sul portale istituzionale e sui siti web di testate giornalistiche di primo piano”.

Si è scelto un progetto di narrazione di storie di vita “per raccontare i servizi svolti da Inail nell’azione di cura e assistenza della propria utenza, facendo vedere attraverso video-testimonianze gli effetti in concreto dell’azione di una pubblica amministrazione, con l’obiettivo di rafforzare la conoscenza di misure di interesse collettivo, migliorare il dialogo con i cittadini e agevolare la fruizione di servizi pubblici”.

“La medesima sperimentazione di format narrativi -avverte- è stata avviata nel mese di aprile con la campagna #storiediprevenzione, che si propone di raccontare le esperienze positive di investimento per la salute e la sicurezza sul lavoro di tanti piccoli imprenditori grazie ai programmi di finanziamento Inail”.

“L’iniziativa -dice ancora Mario Recupero- attraverso il racconto dei diretti protagonisti, vuole sensibilizzare le imprese rispetto alla importanza, dal punto di vista umano e sociale, ma anche sotto il profilo della convenienza economica, degli investimenti per la prevenzione degli infortuni sul lavoro delle malattie professionali”.