Fotografia, al Pan c’è “Genesi”: l’importanza di salvaguardare il pianeta

25

Fino al 28 gennaio, al Palazzo Arti Napoli, ci sarà la possibilità di visitare la mostra “Genesi”, l’ultimo lavoro di Sebastiao Salgado, fotografo documentario brasiliano. La mostra si presenta come uno sguardo al nostro pianeta, teso a sottolineare la necessità di salvaguardarlo. Un viaggio alle origini del mondo per preservare il suo futuro, un viaggio alla scoperta della bellezza dei luoghi più remoti del nostro pianeta, durato otto anni. Con 245 immagini che compongono un itinerario fotografico in bianco e nero, “Genesi” è suddivisa in cinque sezioni che ripercorrono le terre in cui Salgado ha realizzato le fotografie: Il Pianeta Sud, I Santuari della Natura, l’Africa, Il grande Nord e l’Amazzonia el Pantanàl.L’esposizione si presenta come un insieme di fotografie molte delle quali incentrate su paesaggi e animali, allo scopo di immortalare un ambiente in cui natura ed esseri viventi vivono ancora in armonia. Un’attenzione particolare è riservata anche alle popolazioni indigene ancora vergini, con le quali il fotografo ha vissuto a stretto contatto per diversi mesi, come gli Yanomami e i Cayapò dell’Amazzonia brasiliana o i Pigmei delle foreste equatoriali nel Congo settentrionale, per immortalare il modo in cui vivono in modo complementare con il loro habitat. Al progetto “Genesi” è dedicata una pubblicazione edita da Taschen, di 520 pagine, con oltre 1.000 illustrazioni, che sarà disponibile nel bookshop della mostra. Gli orari d’apertura della mostra sono tutti i giorni dalle 9,30 alle 19,30.