Franceschini infiamma fronte #senzadime

12

Roma, 22 lug. (AdnKronos) – Carlo Calenda è (per una volta) telegrafico su Twitter: “Continuiamo a farci del male. Mi raccomando”. Ma l’intervista di Dario Franceschini sul Pd e il M5S non è passata inosservata al fronte del #senzadime, quello messo insieme da Matteo Renzi e che si era ribellato a un’intesa tra i dem e i grillini in chiave di governo, che via social invia un ‘no’ netto all’ex ministro della Cultura.

“Costretto ahimè a ribadire che dove c’è il #M5S – quelli dell’antipolitica, della demagogia, delle espulsioni, delle fake news e delle aggressioni sulla rete, di Maduro, dei gilet gialli, dei no vax, della decrescita, della galera facile, dei tagli alla stampa – non ci sono io”, scrive su Twitter Ivan Scalfarotto, deputato Pd e coordinatore dei comitati ‘Ritorno al futuro’.

“Come si fa a dire che condividiamo gli stessi valori con il #M5S? Quelli del #condono di Ischia, del no alle #unionicivili, alla #Tav, al #lavoro, loro giustizialisti. Quelli che strumentalizzano una vicenda di orrendi abusi sui minori per fare politica. No, noi siamo altro”, gli fa eco la senatrice dem Simona Malpezzi.

Sandro Gozi, l’ex sottosegretario agli Affari Ue del governo Renzi, spiega sempre su Twitter: “Caro @dariofrance anche i partiti di Orban e Kaczyński hanno votato @vonderleyen. Vogliamo fare una maggioranza ‘europeista’ anche con loro? Su #Russia Stato di diritto #Venezuela #FakeNews ad esempio, che si fa con #M5S? Ci mettiamo tutti il gilet giallo?”.

Anna Ascani, sul suo account Twitter, non cita direttamente Franceschini macon le sue dichiarazioni sul caso Bibbiano: “Così, tanto per chiarire di che ‘valori’ stiamo parlando”, scrive la leader dell’area ‘Sempre avanti’ del Pd che poi rilancia il commento esplicito (“alleanza M5S-Pd? Ma vaff…..”) del grillino Davide Barillari. “Sempre a proposito di ‘valori’ che dovremmo difendere insieme ai Cinque Stelle, ecco la sobria risposta di un altro esponente di punta dei grillini, dopo il ‘no grazie’ di Di Maio. Avanti così!”, commenta Ascani.

Anche Luigi Maratti, deputato del Pd, non cita direttamente Franceschini ma scrive su Twitter: “Un dirigente Pd (pure emiliano-romagnolo) che il giorno dopo che Di Maio dice ‘il Pd in Emilia Romagna toglie i bambini alle famiglie con l’elettroshock per venderli’ dice sul più importante quotidiano italiano ‘insieme al M5S possiamo difendere certi valori’. Sono tempi strani”.