Francesco Taddeo vince il Premio Tesi in Chimica Industriale

51
In foto Francesco Taddeo

Giovane studente della scuola di dottorato in Scienze Chimiche, Francesco Taddeo, è tra i vincitori dei “Premi di Tesi nel campo della Chimica Industriale”, promossi dalla Società Chimica Italiana, Divisione di Chimica Industriale.
Laureato in Scienze e Tecnologie della Chimica Industriale presso l’Ateneo Federico II, lo studente è stato premiato con una tesi di Dottorato dal titolo “Chemicals Production from Biosuccinic Acid”, svolta sotto la guida del Professore Martino Di Serio, presso il gruppo di ricerca NICL (Naples Industrial Chemistry Laboratory) del Dipartimento di Scienze Chimiche (“Dottorato PON Innovativo con caratterizzazione Industriale”).
Nel suo progetto di tesi, inserito nell’ambito di un progetto più ampio (BioPoliS) in collaborazione con differenti partners, Taddeo ha studiato il processo per il recupero di acido succinico da biomassa, in particolare Arundo donax, una pianta che cresce anche su suoli degradati. Questo lavoro è un esempio di processo integrato che coinvolge processi chimici e biotecnologici per la valorizzazione di materie prime di scarto con l’obiettivo di ottenere prodotti dall’elevato valore aggiunto.
L’acido succinico è una materia prima molto importante nell’industria chimica, infatti trova numerose applicazioni nel campo della cosmesi, dell’industria farmaceutica, dell’industria alimentare e come monomero nella sintesi di poliesteri. Finora l’acido succinico è stato prodotto attraverso processi petrolchimici, considerati però dannosi per l’ambiente per cui la produzione biologica attraverso fermentazione è vista come un’alternativa ai processi basati sulla petrolchimica.
Lo studio ha permesso di ottenere acido succinico ad elevata purezza tramite un protocollo operativo condotto su un impianto pilota. Così recuperato, l’acido è utilizzato per effettuare reazioni di esterificazione con l’obiettivo di produrre biochemicals e a tale scopo è stato messo a punto un sistema di reazione costituito da un reattore a ricircolo.
L’acido succinico è una materia prima molto importante nell’industria chimica, infatti trova numerose applicazioni nel campo della cosmesi, dell’industria farmaceutica, dell’industria alimentare e come monomero nella sintesi di poliesteri. Finora l’acido succinico è stato prodotto attraverso processi petrolchimici, considerati però dannosi per l’ambiente per cui la produzione biologica attraverso fermentazione è vista come una buona alternativa ai processi basati sulla petrolchimica.
Lo studio ha permesso di ottenere acido succinico ad elevata purezza tramite un protocollo operativo condotto su un impianto pilota.
L’acido succinico così recuperato, è utilizzato per effettuare reazioni di esterificazione con l’obiettivo di produrre biochemicals e a tale scopo è stato messo a punto un sistema di reazione costituito da un reattore a ricircolo.