Francia, dalla Campania quasi il 3% degli investimenti italiani

60

Aumentano gli investimenti delle imprese italiane in Francia. Lo scorso anno i nuovi progetti di investimento sono stati 141, in aumento del 68% sul 2015. Lo scorso anno i progetti esteri avviati in Francia sono stati in tutto 1.117, con l’Italia che si classifica al terzo posto dopo Germania (17%) e Stati Uniti (16%). Complessivamente, secondo i dati di Business France, sono più di 2mila le imprese italiane che hanno realizzato investimenti in Francia, dove impiegano oltre 100mila dipendenti. La Francia inoltre si conferma come primo Paese di destinazione dei progetti d’investimento italiani avviati all’estero, che rappresentano quasi un terzo del totale, il 29% dei progetti contro il 26% nel 2015. I progetti d’investimento italiani sono stati avviati su quasi tutto il territorio francese (12 regioni su 13). Ma due regioni in particolare accolgono più della metà degli investimenti di origine italiana: l’Ile-de-France, con il 29% dei progetti, e Auvergne-Rhône-Alpes (23%). Seguono poi Provence-Alpes-Côte d’Azur (11%), Hauts-de-France (8%), Occitanie (7%), Pays-de-la-Loire (6%), Nouvelle Aquitaine (6%). Più della metà degli investimenti a destinazione della Francia provengono da Lombardia e Piemonte (rispettivamente 31,7% e 21,8% dei progetti). Seguono Emilia Romagna (15,5%), Lazio (9,2%), Veneto (7%) e Campania (2,8%).