Francia, la bolognese Cea farà ripartire la diga di Kruth-Wildenstein

196

Sarà una piccola azienda dell’ Appennino bolognese, Cea, a riportare all’ operatività la grande diga francese di Kruth-Wildenstein, struttura fondamentale per dare energia a tutto il ricco tessuto produttivo dell’ Alto Reno, in Alsazia: a concorrere per la gara internazionale da 6,5 milioni di euro lanciata dal Dipartimento dell’ Haut-Rhin – si legge sul Sole 24 Ore – c’ erano pure i due colossi europei nel settore, gli austriaci di Strabag e gli svizzeri di Walo, realtà che hanno dimensioni da cinque e dieci volte quelle di Cea-Cooperativa edile Appennino. Partita 40 anni fa da un piccolo comune montano del Bolognese, Monghidoro, come ditta generica di costruzioni, Cea è oggi una impresa da 60 milioni di fatturato.