Francia, l’ateneo di Perugia firma l’accordo con l’Université Catholique de Lyon

55
????????????????????????????????????

Il Prof. Maurizio Oliviero, Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Perugia, ha ricevuto, a Palazzo Murena, il Prof. Olivier Artus, Rettore dell’Université Catholique de Lyon (UCLY). All’incontro, culminato con la firma di un accordo quadro di collaborazione fra i due Atenei, hanno partecipato i professori Stefania Stefanelli, Delegato del Rettore per il settore Internazionalizzazione e Cooperazione internazionale, Andrea Sassi, Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza e Massimiliano Marianelli, referente dell’accordo per lo Studium. Dopo la visita al piano nobile di Palazzo Murena – ad iniziare dalla Sala del Dottorato, dove gli ospiti francesi hanno potuto apprezzare le rarità che vi sono conservate, e dopo la firma del Registro d’ Onore degli Ospiti – il Rettore Artus e la rappresentanza dell’Ateneo di Perugia hanno dato vita a un incontro di lavoro per mettere a punto iniziative comuni sul piano della didattica, della ricerca e dell’internazionalizzazione. Al termine della riunione, i Rettori Artus e Oliviero hanno e siglato l’accordo quadro di cooperazione internazionale, della durata di cinque anni, tra l’Università degli Studi di Perugia e l’Université Catholique de Lyon, istituto di istruzione superiore privato di interesse nazionale tra i più noti in Francia.

“Grazie a questo accordo – ha evidenziato il Magnifico Rettore Maurizio Oliviero – saremo in grado di offrire ai nostri studenti e dottorandi un’ulteriore opportunità di frequentare classi davvero internazionali e di vivere un’importante esperienza di arricchimento personale, oltre che del proprio curriculum accademico. La collaborazione con istituzioni di istruzione superiore di provata eccellenza, operanti in ambito internazionale, è un punto sul quale ho insistito con forza sin dall’inizio del mio mandato. Ho sempre sostenuto che l’Università degli Studi di Perugia abbia le potenzialità per confrontarsi con i migliori e l’accordo di collaborazione che rafforza i legami con l’UCLY è un passo importante in questa direzione. Proiettarsi in ambito internazionale – ha concluso il Magnifico Rettore dell’Ateneo perugino – significa anche recepire dagli altri sistemi accademici le caratteristiche e le innovazioni che meglio possono contribuire a un’ulteriore evoluzione dei nostri metodi di didattica e di ricerca”.