Francia, primo Forum dell’Energia promosso da Intesa Sanpaolo e Irefi

58

Intesa Sanpaolo e Irefi (Istituto per le relazioni economiche Francia – Italia) hanno tenuto il 1° “Forum dell’Energia Francia – Italia”, sotto l’alto patronato dell’Ambasciata d’Italia in Francia. L’iniziativa e’ stata fortemente voluta, qualche mese fa, da Intesa Sanpaolo per rafforzare la cooperazione tra i due Paesi, valorizzando le opportunita’ offerte dalla transizione energetica. Attualmente Francia e Italia hanno profili energetici differenti, ma i parametri definiti dall’Unione Europea su de-carbonizzazione, utilizzo di fonti rinnovabili e crescita economica sostenibile, assieme agli impegni fissati dalla COP 21, hanno spinto i Governi di Parigi e Roma a varare due piani di sviluppo energetico convergenti nel lungo termine: il “Plan Climat” e la “Strategia Energetica Nazionale – SEN 2017”. L’obiettivo comune e’ far fronte alle nuove sfide di competitivita’ economica, sicurezza energetica e sostenibilita’ ambientale in un contesto in forte cambiamento: un’evoluzione che e’ destinata a proseguire nei prossimi decenni e premiera’ le imprese che sapranno cogliere e valorizzare i vantaggi derivanti dall’utilizzo di nuove risorse e tecnologie e dai nuovi modelli di business. “A dieci anni dall’apertura alla concorrenza straniera, oggi il mercato energetico francese e’ uno dei piu’ interessanti e vivaci ed e’ pronto ad accogliere nuovi operatori”, ha dichiarato Adriana Saitta, general manager Succursale Corporate Intesa Sanpaolo di Parigi.
“Intesa Sanpaolo ha fortemente voluto questo evento, collaborando con Irefi alla creazione di una piattaforma di dialogo tra i due Paesi su energia sostenibile, opportunita’ commerciali e nuove strategie di sviluppo. Siamo la prima banca italiana e la quarta nell’Eurozona per capitalizzazione, naturale quindi che parte del nostro lavoro consista anche nel creare occasioni di incontro e confronto come il Forum odierno. Abbiamo scelto di tenerlo a Parigi – ha aggiunto – perche’ la Francia rappresenta uno dei mercati piu’ promettenti a livello europeo per il nostro Gruppo, un contesto nel quale siamo gia’ riconosciuti e apprezzati, tanto che la maggior parte dei risultati ottenuti dalla nostra Succursale di Parigi non deriva da attivita’ con le imprese italiane, bensi’ dalle relazioni con quelle francesi, soprattutto aziende di grandi dimensioni, molte delle quali quotate”. “L’UE punta all’unione energetica tramite una serie di provvedimenti che spingono verso l’unificazione dei mercati, la de-carbonizzazione e la sicurezza energetica. Intesa Sanpaolo puo’ giocare un ruolo fondamentale nel supportare la realizzazione di tali obiettivi, ad esempio finanziando opere quali le interconnessioni tra Paesi. I Francesi puntano alla diminuzione dell’energia prodotta con il nucleare incrementando le rinnovabili che sono fonti non programmabili. L’Italia potra’ supportare le esigenze di flessibilita’ del mercato elettrico francese grazie alle centrali a gas di cui e’ dotata”, spiega Luca Matrone, Global Head of Energy, Corporate & investment Banking, Intesa Sanpaolo. La prima edizione dell’evento ha riunito all’Hotel Westin Paris – Vendôme numerosi decision-maker pubblici e privati del settore energetico, favorendo il dialogo, lo scambio di idee e le possibili sinergie tra istituzioni e imprese francesi e italiane. Il Forum e’ il primo di una serie di incontri che Intesa Sanpaolo e Irefi intendono dedicare alle nuove relazioni tra Francia e Italia.