Franco, il ristorante con menu per non vedenti

63
Arriva a Napoli il menù in braille. L’idea per andare incontro a una fetta di clientela con la disabilità visiva è di Francesco Gallifuoco, pizzaiolo partenopeo della pizzeria Franco. In questo modo, con il menù scritto in braille, il pizzaiolo ha inteso prestare attenzione ad una clientela particolare. Accanto a questo, inoltre, è stato pensato il menù scritto con caratteri più grandi per gli ipovedenti. Le sue attenzioni non si fermano a questo. È, infatti, in arrivo anche uno speciale menu digitale: sarà possibile per gli stranieri leggerlo non solo in inglese, ma anche in giapponese, data la presenza in costante aumento di turisti provenienti dal Paese del Sol levante. E sarà anche possibile vedere le fotografie delle pizze stesse. Tutto è pronto e, a partire dalla prossima settimana, queste innovazioni debutteranno sui tavoli della sua pizzeria. Per l’occasione il menù si arricchisce con 10 nuove pizze disponibili. Tra queste la “Ricotta e pera”, con fiordilatte di Agerola, ciuffetti di ricotta di pecora, pepe e il “Ripieno Fuoco e Mare”, con cozze saltate in padella e ‘nduja di Spilinga. Nel menù anche la pizza “Due Sicilie” (con pesto trapanese, trancio di tonno fresco e olive nere). Il menù presenta anche nuovi gelati, non solo dolci ma anche salati. È il caso di “Panna cotta al pomodoro, con cremoso di mozzarella di bufala Dop, gelèe al basilico e olio extravergine di oliva”, che non è stato pensato come un dolce, ma come antipasto.