Frane ed esondazioni in Costiera: in cento bloccati nell’hotel. Travolto da valanga, ferito assessore salernitano

160

Il maltempo in Campania sta determinando situazioni critiche in diverse zone del territorio. La Protezione civile della Regione Campania sta coordinando le attività inviando tecnici e volontari nelle numerose aree interessate da fenomeni di dissesto idrogeologico. Criticità interessano particolarmente la Costiera Amalfitana. Un centinaio di invitati ad un ricevimento di matrimonio sono rimasti bloccati nell’ Hotel Cetus, a Cetara (Salerno) centro della Costiera amalfitana in seguito ad una frana. La frana ha interrotto la Statale 163 Amalfitama. Vigili del Fuoco e personale della Protezione Civile regionale stanno cercando di raggiungere l’ albergo.Una frana ha provocato disagi in via della Repubblica, in corrispondenza del costone al di sotto del comune di Ravello; al momento, non vengono segnalati feriti o danni, ma i vigili del fuoco stanno provvedendo a fare evacuare i cittadini della zona. A Scala e Atrani si monitorano costantemente le condizioni del torrente Dragone, e il sindaco, Luciano De Rosa, ha firmato un’ordinanza per invitare i cittadini a non sostare nei piani bassi degli edifici, liberando via dei Dogi in via precauzionale. A Minori, Amalfi, Cetara dove la situazione è critica per una esondazione che sta interessando il centro cittadino. In prefettura a Salerno è stato attivato il Centro coordinamento soccorsi al quale prenderà parte anche il vicepresidente della Giunta regionale, Fulvio Bonavitacola insieme alla Protezione civile della Regione Campania. I collegamenti con la Costiera sono già compromessi dalla frana della settimana scorsa a Maiori. Chiusa l’autostrada A3 all’uscita Caianello. A Visciano, in provincia di Napoli, per la rottura degli argini di un alveo, si sono determinate esondazioni che hanno reso necessario far evacuare alcune famiglie. A Forino nuovamente allagata la frazione Celzi, dove squadre di protezione civile stanno provvedendo all’allontamento della popolazione dalle zone a rischio. In valle Caudina sono in atto interventi da parte della Sma Campania coordinati dalla protezione civile regionale. Criticità sono segnalate anche a Roccabascerana, Serino, Cervinara. Varie frane stanno interessando i comuni del casertano di Rocca D’Evandro, Roccamonfina e Teano. In provincia di Napoli oltre agli interventi in atto da questa mattina a Castellammare, Giugliano e Lago Patria, altri allagamenti si registrano nel comune di Poggiomarino.
Frane e smottamenti si registrano soprattutto tra Ravello, Scala, Pontone, Maiori e Minori, nel Salernitano, e i carabinieri invitano a non uscire se non strettamente necessario. A Pontecagnano, straripato il fiume Picentino. A Montecorvino Rovella, chiuse al traffico la strada provinciale 28/b nel tratto Torello/Rovella per frana e le strade comunali nella frazione San Vito località Le Caterine nei pressi del torrente Lama (via Pescara e via Perugia). La cittadinanza è invitata ad allontanarsi da ogni corso d’acqua ed a limitare al massimo gli spostamenti. A Scala, in zona Lama di Priso, strada chiusa al traffico veicolare e pedonale. A Pontone, strada parzialmente percorribile solo in caso di stretta necessità, e dal Comune invitano a non uscire di casa e a non utilizzare mezzi di trasporto. Grosso smottamento in località Torella. A Battipaglia la Protezione civile è al lavoro per il livello di guardia raggiunto dal fiume Tusciano, già straripato su alcuni punti; via Clarizia chiusa al transito sia pedonale che veicolare. A Ravello un nuovo smottamento si registra in prossimità della Galleria Nuova (versante Scala) lungo il tratto di strada che conduce al bivio Ravello-Scala. I mezzi sono nuovamente al lavoro. A Sapri gli eventi in programma stasera presso l’auditorium comunale e la Casa del Buon Pastore sono annullati.
Fra i feriti per il maltempo anche l’assessore al Bilancio del Comune di Salerno, Luigi Carmelo Della Greca: era nel suo terreno nella frazione di Giovi di Salerno per tentare di arginare i danni causati dal maltempo quando una frana ha invaso l’area di sua proprietà. Così e’ finito in ospedale. Un grande spavento seguito da un necessario controllo da parte dell’equipe di medici del San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona. “Niente di particolarmente grave”, fanno sapere da Palazzo di Citta’. Intanto, il capoluogo e la provincia di Salerno sono, ancora una volta, flagellati dalle abbondanti precipitazioni e dalle forti raffiche di vento delle ultime ore.