Fs, Battisti, entro il 2023 investimenti per 58 miliardi. Per le gare seguire il modello della Napoli-Bari

204
Gianfranco Battisti, presidente di Federturismo

“La rapida approvazione per legge degli aggiornamenti dei contratti di programma di Rfi e Anas consentirà di accelerare opere per 58 miliardi entro il 2023”. Lo ha dichiarato Gianfranco Battisti, amministratore delegato e direttore generale di Fs Italiane che, in una nota analizza lo scenario generato dalla pandemia da Covid-19. “La nomina degli amministratori delegati delle due società, Gentile e Simonini, a commissari straordinari pro tempore, garantirà procedure di approvazione più veloci per una quindicina di opere sul modello della Napoli-Bari, per un totale di gare entro la fine del 2020 dal valore di oltre 20 miliardi. Con la collaborazione del governo, noi pensiamo di accelerare i nostri investimenti, favorire il rilancio dell’economia italiana e salvare il lavoro”. In particolare, guardando all’immediato futuro, l’avanzamento dei cantieri sulla Napoli – Bari prevede 1,8 miliardi di investimenti per il raddoppio dei tratti di linea Irpinia – Orsara e Orsara – Bovino. Nel 2026, alla conclusione dei lavori, sarà possibile viaggiare da Napoli a Bari in 2 ore e, da Roma, raggiungere il capoluogo pugliese in 3 ore, facilitando gli spostamenti fra le tre metropoli. Riduzioni dei tempi di viaggio progressive saranno comunque possibili prima di tale data, grazie all’attivazione per fasi dei nuovi tratti di linea.