Fs, firmati i contratti di due lotti campani della Napoli-Bari

87

Firmati i contratti per la progettazione esecutiva e l’esecuzione dei lavori dei lotti Napoli – Cancello e Cancello – Frasso Telesino, della nuova ferroviaria linea Napoli – Bari. La sottoscrizione degli accordi – si sottolinea in una nota – arriva a valle delle gare aggiudicate da Italferr, società di ingegneria del Gruppo FS Italiane, per conto di Rete Ferroviaria Italiana. La realizzazione del lotto Napoli – Cancello (oltre 15 chilometri, di cui quattro su viadotti e tre in galleria) è stata affidata al raggruppamento temporaneo di imprese (Rti) Salini Impregilo-Astaldi, per un valore di 397 milioni di euro. Il tracciato ferroviario attraverserà i territori dei comuni di Casoria, Casalnuovo, Afragola e Acerra. Il progetto prevede, inoltre, la realizzazione delle fermate ‘Centro commerciale Le Porte di Napoli e Casalnuovo’ e della stazione di Acerra, predisposta per l’interscambio con la Circumvesuviana. La realizzazione del lotto Cancello – Frasso Telesino (oltre 16 km, di cui tre su viadotti e quattro in galleria) è invece stata affidata al consorzio Pizzarotti-Itinera-Ghella, per un valore di 312 milioni di euro. Il tracciato sarà in parte in affiancamento alla linea esistente e parte in variante, per circa 6 chilometri. Rientra nel progetto la realizzazione di due nuove fermate, Valle di Maddaloni e Dugenta-Frasso Telesino, a servizio delle aree del Casertano e del Beneventano. La nuova linea, che faciliterà gli spostamenti da Bari verso Napoli e Roma, sarà connessa alla nuova stazione Napoli Afragola, operativa da giugno 2017, e permetterà di incrementare gli spostamenti su ferro di passeggeri e merci nel territorio a Nord del Capoluogo campano, rendendo più agevole l’interscambio con i servizi regionali.