Fuma mentre inala ossigeno, morto

37

(ANSA) – NAPOLI, 31 MAR – Un uomo di 40 anni è morto per le ustioni riportate mentre inalava ossigeno nell’ospedale Cotugno di Napoli dove era ricoverato. Il fatto è avvenuto prima di Pasqua ma la notizia è trapelata solo oggi, in ambienti giudiziari. Il paziente avrebbe sottratto ad un parente che era andato a visitarlo un pacchetto di sigarette e un accendino: poco dopo, mentre si sottoponeva alla terapia, avrebbe acceso una sigaretta provocando una fiammata che lo ha investito. E’ morto alcuni giorni dopo l’incidente. La Procura ha aperto un’inchiesta.
    Un’inchiesta interna è stata avviata anche dall’ospedale Cotugno. “Il paziente – ha spiegato il direttore sanitario Nicola Silvestri – aveva sottratto alla propria sorella un pacchetto di sigarette e un accendino e mentre era solo nella stanza per effettuare la terapia, ha accesso la sigaretta ed ha avuto un ritorno di fiamma che ha causato gravi ustioni”.
   

(ANSA) – NAPOLI, 31 MAR – Un uomo di 40 anni è morto per le ustioni riportate mentre inalava ossigeno nell’ospedale Cotugno di Napoli dove era ricoverato. Il fatto è avvenuto prima di Pasqua ma la notizia è trapelata solo oggi, in ambienti giudiziari. Il paziente avrebbe sottratto ad un parente che era andato a visitarlo un pacchetto di sigarette e un accendino: poco dopo, mentre si sottoponeva alla terapia, avrebbe acceso una sigaretta provocando una fiammata che lo ha investito. E’ morto alcuni giorni dopo l’incidente. La Procura ha aperto un’inchiesta.
    Un’inchiesta interna è stata avviata anche dall’ospedale Cotugno. “Il paziente – ha spiegato il direttore sanitario Nicola Silvestri – aveva sottratto alla propria sorella un pacchetto di sigarette e un accendino e mentre era solo nella stanza per effettuare la terapia, ha accesso la sigaretta ed ha avuto un ritorno di fiamma che ha causato gravi ustioni”.