Fumetti, addio a Kevin O’Neill. Creò la Lega degli straordinari gentlemen, saga di eroi d’epoca vittoriana

49

Il fumettista britannico Kevin O’Neill, capace di coniugare modernità e tradizione, considerato uno dei disegnatori dal segno più originale e distintivo nel panorama contemporaneo dei comics, è morto lunedì 7 novembre a Londra all’età di 69 anni dopo una lunga malattia. Era noto per aver creato insieme allo sceneggiatore Alan Moore la ‘Lega degli straordinari gentlemen’, una saga che racconta le avventure letterarie di personaggi dell’epoca vittoriana – come Mina Murray, Allan Quatermain, Dr. Jekyll, Griffin l’uomo invisibile, il Capitano Nemo – nei panni di eroi in una cornice steampunk. Dalla saga nel 2003 è stato tratto anche l’ononimo film di Stephen Norrington con Sean Connery, Stuart Townsend e Peta Wilson. Sempre nel 2003, il secondo volume a fumetti di ‘La Lega degli straordinari gentlemen’ aveva fatto guadagnare a O’Neill l’Eisner Award come “migliore miniserie” dell’anno. Nato a Londra nel 1953, la carriera di Kevin O’Neill comincia a metà degli anni ’70 nello staff di ‘2000AD’, creando, insieme allo sceneggiatore Pat Mills, la serie ‘Nemesis the Warlock’. Negli anni ’80 inizia a collaborare con i principali editori Usa. L’indiscussa e meritata fama di O’Neill è dovuta soprattutto alla pluripremiata serie ‘La lega degli straordinari gentlemen’, ideata insieme ad Alan Moore nel 1999 e pubblicata in Italia da Bao Publishing. L’ultimo fumetto realizzato da Kevin O’Neill è stato “La tempesta”, capitolo conclusivo della saga della ‘Lega degli straordinari gentlemen’