Furto negli scavi di Pompei: rubata borchia VI sec A.C.

45
Era esposta in mostra in area ‘Palestra Grande’ (ANSA) – NAPOLI, 18 MAG – Furto negli Scavi di Pompei: portata via una borchia in bronzo risalente al VI secolo A.C.: era esposta nella mostra ‘Pompei e i Greci’ all’interno della cosiddetta Palestra Grande. La borchia, ornamento per porte, era infissa su un pannello di legno e coperta solo davanti da un pannello di plexiglass. Il furto si sarebbe verificato durante l’orario di apertura al pubblico. Indagano i carabinieri del Nucleo investigativo di Torre Annunziata (Napoli).
La scoperta del furto della borchia di bronzo è avvenuta ieri sera, a tarda ora, quando i custodi della Soprintendenza speciale diretta da Massimo Osanna si sono resi conto di quanto era accaduto. I carabinieri stanno indagando anche mediante la visione delle immagini delle telecamere di videosorveglianza collocate all’interno della mostra. L’area è stata sequestrata e, quindi, non accessibile ai turisti. Il reperto era esposto nella Mostra ”Pompei e i Greci” allestita nella Palestra Grande, di fronte all’Anfiteatro. La sezione dalla quale è stata sottratta la borchia è quella dedicata ai rinvenimenti a Satriano (Lucania). La vigilanza diurna, fa notare il personale della Soprintendenza, è affidata a personale Ales, società in house del Ministero dei Beni culturali, contestata da sempre dai sindacati che accusano il ministero di avere assegnato un compito a personale non consono all’impiego.