Gabriella Colucci (Arterra Bioscience) è la “donna innovatrice europea” del 2018

123
in foto Gabriella Colucci (Ceo Arterra Bioscience)

E’ l’italiana Gabriella Colucci la vincitrice del Premio” donna innovatrice europea” 2018, assegnato alle “donne di successo” che hanno “portato sul mercato le loro idee innovative” grazie ai fondi del programma per la ricerca europeo Horizon 2020. La ceo e fondatrice di Arterra Bioscience, azienda biotech di Napoli che si occupa di scoprire e produrre composti attivi per applicazioni industriali in settori come i cosmetici e l’agricoltura, ha vinto i 100mila euro messi in palio per il primo premio della competizione. Non ce l’ha fatta invece Anna Fiscale, fondatrice del progetto veronese Quid che realizza vestiti recuperando localmente tessuti italiani e impiegando donne con un passato di fragilità. Fiscale era nella terna di finaliste della categoria “emergenti”, dove a spuntarla è stata invece la norvegese Karen Dolva co-fondatrice della No Isolation, che si occupa di strumenti di comunicazione su misura per gruppi socialmente marginalizzati. Le 12 finaliste del premio, giunto alla quinta edizione, erano state selezionate da una giuria indipendente fra 122 candidature provenienti da tutta Europa. “La partecipazione delle donne e il loro contributo alla ricerca e all’innovazione e’ fondamentale per la crescita europea”, ha sottolineato il commissario Ue alla Ricerca Carlos Moedas, che ha presieduto la cerimonia di premiazione a Bruxelles. Oggi, solo il 31% degli imprenditori europei è donna.