Gallerie d’Italia, nel museo napoletano di Intesa Sanpaolo spazi di esposizione triplicati

100
in foto Dario Franceschini

Venerdì 20 maggio alle ore 12 è prevista la conferenza stampa per l’apertura della nuova sede delle Gallerie d’Italia a Napoli in Via Toledo. Saranno presenti i vertici di Intesa Sanpaolo: Carlo Messina, consigliere delegato e Ceo; Gian Maria Gros-Pietro, Presidente; Giovanni Bazoli, Presidente Emerito, oltre al Ministro Dario Franceschini e il Sindaco di Napoli Gaetano Manfredi.
Gli spazi del museo sono triplicati: in aggiunta al percorso espositivo sulla pittura in ambito meridionale dagli esordi del Seicento ai primi decenni del XX secolo (tra le opere anche il ‘Martirio di Sant’Orsola’ di Caravaggio) si aggiunge anche tutta la collezione di vasi attici e magnogreci della collezione della Banca e un nucleo di opere di arte contemporanea.
Le Gallerie d’Italia a Napoli apriranno con l’esposizione della XIX edizione di Restituzioni, il programma biennale di salvaguardia e valorizzazione del patrimonio artistico nazionale che Intesa Sanpaolo conduce da oltre trent’anni in collaborazione con il Ministero della Cultura. La mostra presenta il risultato dei restauri di 87 nuclei di opere per un totale di 231 manufatti, selezionati dall’Istituto bancario insieme a 54 enti di tutela (Soprintendenze, Direzioni Regionali Musei e Musei autonomi) e appartenenti a 80 enti proprietari, tra musei pubblici e diocesani, chiese e luoghi di culto, siti archeologici di tutta Italia.