GAM Insights Conference 2016

17

Mai come oggi, al di là del talento dei piloti e delle tecnologie, la strategia di gara è cruciale per il successo nel campionato di Formula 1. Allo stesso modo, in tema di investimenti, è importante avere ‘in squadra’ professionisti in grado di pilotare diverse soluzioni di investimento e di gestire i rischi con disciplina ed efficienza, interpretando i segni del cambiamento. Su questo parallelismo punta la conduzione di Giorgio Terruzzi, voce storica della Formula 1, scrittore e sceneggiatore teatrale, al centro del nuovo format del GAM Insights Conference, in sei città italiane, dal 19 al 28 gennaio 2016. In questi appuntamenti la nota voce narrante di Giorgio Terruzzi condurrà i partecipanti a rivivere storie e aneddoti di grandi campioni dello sport, collegandole emotivamente alla visione dei gestori di GAM Gianmarco Mondani, Davide Marchesin e Massimo De Palma, che illustreranno lo scenario economico e le strategie Liquid Alternative e MultiAsset su cui GAM vanta una distintiva esperienza e molteplici competenze. Oltre a loro, alla GAM Insights Conference 2016 prenderanno parte Paolo Legrenzi, storico collaboratore della società e Professore Emerito di Psicologia all’Università Ca’ Foscari di Venezia, Marco Liera, Founder e Managing Partner di YouInvest, e Armando Massarenti, responsabile dell’inserto domenicale di cultura del Sole 24 Ore. Il loro ruolo sarà di creare cultura e consapevolezza sull’importanza di guardare ad orizzonti lontani nel tempo, declinando il concetto di “Long Term Thinking” secondo diverse prospettive. “Il 2015 ha segnato la graduale uscita dalla fase più acuta della crisi e le recenti vicende che hanno coinvolto molti risparmiatori accrescono la responsabilità dell’industria del risparmio gestito nel diffondere educazione finanziaria e consapevolezza”, ha commentato Riccardo Cervellin, Amministratore Delegato di GAM (Italia) SGR, aggiungendo: “stiamo assistendo ad un graduale ritorno della propensione all’investimento, e in questo contesto la nostra responsabilità è quella di fornire ai consulenti finanziari strumenti operativi efficaci ai fini di una più solida educazione finanziaria e di una maggiore capacità critica da parte dei risparmiatori. Sappiamo che non si tratta di un esercizio facile, ma il lungo termine e il pensiero critico sono gli snodi attorno ai quali si gioca la funzione importante che la consulenza finanziaria sta acquisendo in un numero sempre maggiore di famiglie italiane”.