Garante Spadafora: politica italiana ed europea deve intervenire subito su questione immigrazione

33

“Sono stato più volte a Lampedusa, ad Augusta e nei luoghi dello sbarco. Ho fatto appelli e varato iniziative a favore dei minori non “Sono stato più volte a Lampedusa, ad Augusta e nei luoghi dello sbarco. Ho fatto appelli e varato iniziative a favore dei minori non accompagnati che, in data 31 agosto, erano oltre diecimila di cui quasi un terzo “spariti” nel nulla, col rischio di pericoli per la loro incolumità o con la possibilità di finire nelle maglie della criminalità organizzata. Oggi mi stupisco della mole di dichiarazione di molti politici a fronte di pochi, scarsi interventi. Molte parole, pochi fatti. E intanto la situazione rimane esplosiva nei centri di accoglienza e nei territori interessati. Continuiamo infatti a ricevere segnalazioni dalle associazioni che operano nel settore e a rimanere basiti e impotenti di fronte alle continue morti e al disagio dei minori arrivati da noi con sogni di riscatto. E’ la politica italiana ed europea a dover intervenire subito con scelte di medio periodo e con una visione di politica estera. Commemorare una disgrazia serve solo a misurare quanto si sarebbe potuto fare in questo anno”. Questo il commento di Vincenzo Spadafora, Autorità Garante per l’infanzia e l’adolescenza, in ricordo delle 368 vittime del naufragio del 3 ottobre 2013 nelle acque di Lampedusa.