Garanzia Giovani e Dote Unica Lavoro: le opportunità in Lombardia

60

Giovani in cerca di occupazione, Neet, persone uscite dal mondo del lavoro e con la necessità di riqualificarsi, ma anche lavoratori che devono potenziare le proprie competenze. Sono questi i destinatari delle due misure, attive in Lombardia, di Garanzia Giovani e della Dote Unica Lavoro. Di queste specifiche opportunità regionali parla questa settimana la rubrica L’incentivo del Lunedì a cura di Time Vision. 

Garanzia Giovani Lombardia: il pubblico di riferimento e le misure

Iniziamo con Garanzia Giovani, il programma nazionale di accompagnamento al lavoro dei giovani – sia Neet che non Neet – che vengono coinvolti in piani di formazione e collocazione nelle aziende del territorio. 

In Lombardia è adesso operativa la Fase II del programma, rivolta ai giovani tra i 15 e i 29 anni che offre opportunità di orientamento, formazione e inserimento al lavoro. 

Si parte, come detto, dall’orientamento ossia dalla profilazione di ogni candidato e dall’associazione, in base al profilo del singolo, del percorso di formazione maggiormente idoneo alle proprie competenze. Passo ulteriore del programma è l’inserimento nel mondo del lavoro. Come? Attraverso la possibilità di tirocini extracurriculari nelle aziende.

L’opportunità dei tirocini è vantaggiosa per le imprese che hanno bisogno di risorse giovani e skillate da inserire in organico, perché oltre ad avere una formazione recente e aggiornata, per i tirocini extracurriculari Garanzia Giovani sono previste alcune agevolazioni anche economiche per le aziende che ospitano. 

Gli enti accreditati, tra cui Time Vision, all’interno di questa fase del programma Garanzia Giovani possono offrire servizi su:

  • orientamento
  • formazione mirata all’inserimento lavorativo
  • attivazione tirocini extracurriculari
  • accompagnamento al lavoro

Dote Unica Lavoro Lombardia: cos’è e come fare?

La Dote Unica Lavoro è, invece, il piano di politica attiva della Regione Lombardia rivolta a:

  • inserimento o reinserimento lavorativo
  • e qualificazione o riqualificazione professionale.

Il tesoretto messo a disposizione dalla Regione Lombardia per questa misura è di 10 milioni di euro a copertura delle spese per la partecipazione alle politiche del lavoro scelte.

Il percorso, nello specifico, prevede:

  • la presentazione della domanda di dote che include la manifestazione dell’interesse a ricevere il contributo;
  • e la richiesta di contributo che si presenta dopo aver fruito di almeno 10 ore di servizi al lavoro e/o alla formazione

Gli enti accreditati, tra cui Time Vision, per la Fase IV della Dote Unica Lavoro Lombardia offrono servizi per:

  • orientamento per la giusta scelta di politica attiva
  • formazione completa ed innovativa
  • definizione del Piano di Intervento Personalizzato
  • e supporto per l’invio della domanda di dote

Per maggiori info: www.timevision.it