Garanzia Giovani, via al confronto: Nappi incontra Province e sindacati

56

Il primo confronto tra l’assessore al Lavoro e alla Formazione Severino Nappi, le Province e le parti sociali sul programma “Youth Guarantee Campania” si è tenuto oggi, nella sala della Giunta regionale. Al centro dell’incontro, l’analisi del programma, degli strumenti e le azioni che, attraverso l’integrazione di servizi pubblici e privati, verranno messi in campo nei prossimi mesi per favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro dei giovani della Campania. “Dopo aver ampiamente discusso con il ministero del Lavoro e con le altre Regioni che, con la Campania, costituiscono l’Unità di Missione nazionale, abbiamo avviato il confronto con Province e parti sociali”, riferisce Nappi al termine dell’incontro. “Anche per una misura così importante sul piano nazionale ed europeo, per noi resta importante il confronto con le parti sociali e le istituzionali territoriali, come è sempre accaduto, a partire dal Piano di azione per il lavoro, dal 2010 ad oggi. Soltanto dopo aver condiviso le loro proposte e i loro suggerimenti –aggiunge Nappi –  saremo pronti a sottoscrivere il documento col Governo. Una nuova pagina di condivisione e di coesione sociale che intendiamo mettere in campo per affrontare, dal lato giusto, questa ennesima sfida per i giovani della nostra terra” conclude Nappi.

Soddisfatta la Uil – “Il piano Garanzia giovani può diventare una buona occasione per sostenere ed incentivare i giovani della Campania nella formazione e nelle esperienze di lavoro”, dice Pasquale Lucia. Il progetto dell’Unione Europea prevede lo stanziamento di 600 milioni di euro per l’Italia di cui 200 milioni sono previsti per la sola  Campania. “Un buon risultato se si pensa che la nostra è la regione più giovane del Paese e questo – aggiunge De Lucia – lo si deve anche alla  solerzia e all’impegno dell’assessore Nappi”.