Gastronomia, Premio “Escoffier” per 30 maestri pizzaioli

28
in foto Auguste Escoffier, cuoco

Si svolge oggi, con inizio cerimonia alle ore 16, nell’auditorium del Museo e Real Bosco di Capodimonte, a Napoli, la consegna delle fasce azzurre dell’Ordre International des Disciples d’Auguste Escoffier, rinomato cuoco francese, definito “Cuoco dei re, re dei Cuochi”. Dallo scorso anno anche la categoria dei pizzaioli è stata ammessa alla cerimonia. Una innovazione voluta dall’executive chef Nicola Di Filippo, presidente campano dell’Ordine Internazionale dei Discepoli di Auguste Escoffier, che li ha voluti inserire nel sodalizio da lui diretto. La cerimonia prevede un giuramento da parte dei nuovi adepti – “Giuro di trasmettere, servire e onorare la cucina, la sua cultura e la sua continua evoluzione” – che li impegna a rispettare lo spirito dell’Ordine di Escoffier. Per questa seconda edizione saranno premiati 30 maestri pizzaioli: Silvio Zigarelli, Antonio Tammaro, Attilio Albachiara, Adriana Avallone, Ciro Tutino, Michele Tutino, Ciro Spinelli, Giuseppe Starita, Antonio Starita, Carmine Di Tocco, Enzo Coccia, Marcello Daffinito, Giovanni Gallifuoco, Ciro Rubino, Antonio Aniello, Mirco Fusco, Danilo Fusco, Umberto Mauriello, Guglielmo Vuolo, Gennaro Luciano, Cristiano De Rinaldi, Michele Leo, Giovanni Pernice, Antonio Della Volpe, Francesco Paolo Infantino, Carmine Mazzarino, Salvatore Di Maio, Vincenzo Oliva, Giulio Abussi, Salvatore D’Alterio. Partecipano alla manifestazione, per la delegazione campana, anche Felice Franzese, segretario generale per la Campania e Romina Sodano, socia onoraria del sodalizio, apprezzata sommelier ed esperta di comunicazione enogastronomica, Bernard Louis Januet e Francesco Ammirati, rispettivamente segretario generale Internazionale e Presidente Nazionale dei discepoli Escoffier e Antonio Pace, Presidente dell’Associazione Verace Pizza Napoletana.