Gatta Cenerentola, uscita la colonna sonora del film in cd e vinile

25

E’ uscita la colonna sonora di ‘Gatta Cenerentola’ di Antonio Fresa e Luigi Scialdone, produttori, musicisti e compositori napoletani, autori delle musiche originali del film d’animazione in corsa per gli Oscar 2018. Edita e prodotta da Ala Bianca e distribuita da Warner Music, è in formato cd e su vinile in edizione limitata: solo 500 sono le copie numerate del 33 giri, corredate da tavole inedite illustrate dai quattro registi del film, Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri e Dario Sansone. Il film è prodotto da Mad Entertainment con Rai Cinema, Sky Dancers e Big Sur. “Per un musicista nato e cresciuto a Napoli – spiega Fresa – la prima cosa da dire è che Roberto De Simone trasformò negli anni Settanta il racconto di Basile in un capolavoro assoluto di teatro e musica. Con questa consapevolezza abbiamo recepito le richieste dei registi, che, come per l’aspetto drammaturgico, anche per la musica hanno voluto tracciare una linea inedita, tra favola crime e acceso realismo, elemento tra l’altro poco comune nel cinema d’animazione”. Il risultato è un vero e proprio racconto musicale capace di fondere il suono minimal del pianoforte alle aggressive note rock’n’roll, sintetizzatori dark a melodie napoletane e temi più classici dal sapore favolistico e retrò. Alle musiche originali si alternano brani legati alla tradizione partenopea: “Je te voglio bene assaje”, ri-arrangiato in chiave swing con la complicità di Massimiliano Gallo; “Na bella vita”, brano di Francesco Di Bella interpretato da Ilaria Graziano, e “Napule” eseguita dai Virtuosi di San Martino. Arricchiscono la colonna sonora “La luna di giorno” e “November Wave” di Guappecartò, “La valse du Capiton” e “Girolimoni nr.102” di Daniele Sepe, “Dove siamo” di Francesco Forni e Ilaria Graziano e “A chi appartieni” dei Foja. “La colonna sonora si è formata nelle prime stesure della sceneggiatura nella quale gli autori avevano inserito alcuni brani già pre-esistenti ed alcune canzoni da riadattare – spiega Scialdone – questo arcipelago di canzoni e spunti strumentali di cui alcuni sono rimasti nella colonna sonora hanno suggerito il mood e la necessità di creare un’atmosfera omogenea in tutto il film. La scrittura originale potrebbe essere suddivisa in tre aree, lo swing incalzante della prima parte del film, i temi malinconici e meditativi che raccontano l’animo di Cenerentola, la memoria e la decadenza della nave Megaride. Infine la parte crime dove i toni sono più scuri e arricchiti da un beat urbano e chitarre elettriche pulp”. Tra i fondatori di Mad Entertainment,Fresa e Scialdone collaborano da oltre quindici anni. Pianista, formatosi al Berklee College of Music di Boston, Fresa vanta diverse collaborazioni con artisti importanti della scena musicale italiana ed internazionale, da Carl Anderson a Richard Galliano, da Stacey Kent a Omara Portuondo, passando per Bungaro, Joe Barbieri e Fabrizio Bosso, solo per citarne alcuni. Compositore formatosi alla scuola di Luis Bacalov, Scialdone è anche interprete in varie band di diversi generi, dal sophisticated pop dei Fitness Forever, passando per il new neapolitan folk dei Foja al sound internazionale di Erlend ye dei Kings of Convenience.