Gattuso: “Non siamo diventati tutti Brad Pitt”

15

Milano, 3 feb. – (AdnKronos) – “Se ci dimentichiamo chi eravamo due mesi fa, facciamo l’errore di tornare indietro. Se pensiamo di avere gli occhi azzurri e i capelli biondi siamo diventati tutti Brad Pitt. Invece no, dobbiamo essere brutti come la mia faccia, con il colore di Calimero. Siamo ancora questi, non abbiamo ancora fatto nulla”. Rino Gattuso mette in guardia il suo Milan alla vigilia della sfida contro l’Udinese, dove i rossoneri daranno la caccia alla quarta vittoria di fila in campionato.

“Sento parlare di corsa Champions, ma noi dobbiamo pensare partita dopo partita. Non siamo nemmeno in Europa League, pensiamo prima all’obiettivo più vicino che è la Sampdoria, visto che ha tre punti più di noi”, sottolinea Gattuso.

Gattuso parla dell’attaccante che sta scalando le gerarchie in casa Milan: “Cutrone pronto per giocare titolare? Cutrone è pronto per fare tutto, è tarantolato, ha il veleno addosso”.

“Quando entra ci mette un attimo a levarsi la casacca, scalpita per entrare. Per me è un giocatore importantissimo perché quando entra ci dà una carica e una veemenza incredibili. Abbiamo bisogno delle caratteristiche di Patrick, si sacrifica tantissimo per la squadra”, sottolinea il tecnico rossonero.

Poi Costacurta. “Sono contento” per lui, “ha una bella gatta da pelare perché ora ha la responsabilità di scegliere il ct e spero che non sbagli, perché poi la colpa la danno a lui” dice Gattuso commentando così la nomina del suo ex compagno di squadra come vice commissario della Figc.

“Costacurta è un grande uomo, di spessore e grande classe. E’ una persona molto intelligente, diretto e schietto, e non dice mai frasi scontate. Ora ha un compito importantissimo – evidenzia – e se lo merita, speriamo che riesca a portare cose buone e soddisfazioni, ne abbiamo bisogno perché il calcio italiano passa soprattutto dalla Nazionale”.