Genocidio armeno, il libro per il centenario

29

In occasione del Centenario del massacro degli Armeni, Guida Editori ricorda la “giornata della memoria armena” del 24 aprile con la pubblicazione del libro “L’Armenia, gli Armeni. In occasione del Centenario del massacro degli Armeni, Guida Editori ricorda la “giornata della memoria armena” del 24 aprile con la pubblicazione del libro “L’Armenia, gli Armeni. Cento anni dopo” della prof. Maria Immacolata Macioti, docente di Sociologia presso l’Università “La Sapienza” di Roma. IL LIBRO – A cento anni dal 1915, anno in cui molti armeni hanno perduto la vita in quello è stato definito il primo genocidio in Europa nel XX secolo, qual è la situazione degli armeni? Cosa è accaduto in questo secolo agli armeni, oggi in larga parte dispersi nel mondo, eppure tenacemente radicati in una condivisa antica patria, quella che è stata il primo stato cristiano al mondo? Esiste una Repubblica di Armenia, uscita dall’Urss, comprendente la parte settentrionale della antica Armenia; ci sono armeni in Russia, in vari paesi dell’Est europeo, ma anche nel Medio Oriente, oltre che negli Usa e altrove. Gli armeni, pur lontani tra loro geograficamente e politicamente, sono accomunati dalla memoria di un genocidio, che non è stato universalmente riconosciuto, e dalle sofferenze patite nei decenni successivi. Il conflitto riguardante il Nagorno Karabakh, popolato da armeni ma appartenente fino ad allora all’Azerbaigian, ha scavato altre profonde fratture nell’area caucasica. Con grande passione civile e intellettuale, avvalendosi di una vastissima documentazione, Maria Immacolata Macioti analizza questi cento anni di storia armena, segnata da migrazioni, ulteriori lutti, amarezze per un certo riduzionismo a danno della memoria del genocidio, derive violente, speranze e impegno culturale. L’AUTRICE – Maria Immacolata Macioti ha svolto lavoro di ricerca e insegnato per oltre trent’anni alla Sapienza, Università di Roma, interessandosi soprattutto di sociologia generale, ma anche di sociologia urbana e di sociologia delle religioni. Convinta dell’importanza di un approccio qualitativo alla ricerca, ha affrontato la sempre più consistente e importante tematica dei processi migratori e della richiesta di asilo, della vita da rifugiati. Nell’ambito degli studi sui rifugiati e sui genocidi del XX secolo, si è imbattuta nel caso degli armeni, cui da anni dedica una particolare attenzione. Tra le ultime pubblicazioni, da ricordare:Pellegrinaggi e giubilei. I luoghi del culto, Laterza, Roma-Bari 2000; Il concetto di ruolo nel quadro della teoria sociologica generale, Laterza, Roma-Bari 2002 (prima ed. Ianua, 1985); Il fascino del carisma. Alla ricerca di una spiritualità perduta, Liguori, Napoli 2009; Il genocidio armeno nella storia e nella memoria, Nuova Cultura, Roma 2012. A sua cura sono usciti Religioni a Roma, Aracne, Roma 2013;Introduzione alla sociologia, McGraw-Hill, Milano 2005. Con Michele C. del Re ha pubblicato Comunità spirituali del XXI secolo. Memorie, esistente, futuro. Il caso Damanhur, Aracne, Roma 2013.   Autore: Maria Immacolata Macioti Titolo: L’Armenia, gli armeni. Cento anni dopo   Collana: Anniversari ISBN 978-88-6866-073-4 Pagine: 240 Prezzo: €. 19,00