Genomix4Life, uno spin-off salernitano nelle ricerche sul grano duro

54

Il consorzio internazionale per il sequenziamento del genoma del frumento duro ha annunciato di aver completato la raccolta e l’assemblaggio dei dati di sequenza. Il lavoro è stato coordinato da Luigi Cattivelli del Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria (Crea), con la partecipazione di Aldo Ceriotti, Luciano Milanesi, Alessandra Stella e Gabriella Sonnante del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr), Marco Maccaferri, Silvio Salvi e Roberto Tuberosa dell’Università di Bologna, Nicola Pecchioni del Crea ed altri ricercatori da tutto il mondo, tra cui Curtis Pozniak dell’Università di Saskatchewan (Canada), Assaf Distelfeld dell’Università di Tel Aviv (Israele), Nils Stein e Martin Mascher dell’IPK (Germania) e Hikmet Budak dell’Università del Montana (Usa). Oltre alle istituzioni scientifiche, il lavoro ha coinvolto Genomix4Life, uno spin-off dell’Università di Salerno che ha prodotto le sequenze grezze, e NRGene, azienda israeliana leader a livello mondiale nell’assemblaggio delle sequenze dei genomi. Da parte italiana il progetto è stato finanziato dal Cnr attraverso il Progetto Bandiera Miur ”InterOmics”, dal Crea e dall’Università di Bologna.