Gentiloni: “L’Italia chiede più Europa”

15

Roma, 18 ott. (AdnKronos) – Il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni avverte che l’Ue deve sfuggire al rischio, ora che si è lasciata alle spalle la crisi sui destini dell’Unione, “di rassegnarsi all’idea che si va avanti con quello che c’è, a piccoli passi, con la velocità dettata dai vagoni più lenti, quei Paesi che dall’Europa vogliono solo vantaggi senza condividere i suoi impegni, valori e obiettivi comuni”.

Rendendo le comunicazioni alla Camera in vista del Consiglio europeo di domani e venerdì, il presidente del Consiglio ha sottolineato che “l’Italia è dalla parte di chi chiede più Europa e non di chi all’Europa si contrappone”.

ELEZIONI – In Europa siamo in una fase “contraddittoria”, con elementi favorevoli come “una crescita stabilmente attorno al 2,2% nell’eurozona” e “risultati elettorali che consolidano le forze che spingono per una maggiore integrazione” ha detto il premier.

BREXIT – La stessa Brexit, pur nel “rispetto verso la decisione democratica”, “non ha avuto le conseguenze magnifiche e spettacolari promesse” e il Regno Unito si trova in un “contesto di innegabile e maggiore difficoltà”, ha aggiunto.