Geriatria, l’Italia Paese di anziani ma mancano gli specialisti

172
L’Italia è un Paese di anziani, con una vita media di 82 anni, ben 20 dei quali vissuti in uno stato di salute non buono, se non con malattie gravi. Eppure mancano i geriatri, considerando che a oggi dalle scuole di specializzazione escono solo 200 geriatri all’anno. Come affrontare il problema della salute degli over 60 sarà uno dei temi al centro del Congresso della Società di Gerontologia Geriatria (Sigg) che si terrà dal 30 novembre al primo dicembre a Napoli. Il grave deficit di formazione sarà uno degli argomenti che verranno affrontati. Servono decisamente molti più geriatri, spiegano alla Sigg. Perché mentre gli anziani aumentano in maniera esponenziale, i numeri dei medici dedicati a loro restano fermi al passato: “Non c’è un’adeguata sensibilità”, dice Fabrizio Antonelli Incalzi, presidente eletto della Società, si è fermi a standard passati, ma ora l’emergenza è nella realtà, bisogna coprire il fabbisogno”. Negli anni scorsi la Società cercò di creare la geriatria di base così come per i pediatri, ma vi furono forti opposizioni, compresa quella dei medici di famiglia. Oggi il tema si ripropone con urgenza e dal Congresso potrebbero essere lanciate nuove proposte: dalla geriatrizzazione dei medici di base, all’ottimizzazione dell’assistenza domiciliare per risparmiare agli anziani penosi e dannosi ricoveri, alla geriatria d’urgenza nei pronto soccorso.