Giappone, conclusa la tappa di Osaka dell’evento “Italia, amore mio!”

58
Dopo Tokyo e Nagoya si è chiusa l’ultima tappa della terza edizione di “Italia, amore mio!”, il più grande festival in Giappone dedicato all’Italia, organizzato dalla Camera di Commercio Italiana in Giappone (ICCJ).
L’evento, che ogni edizione registra 50.000 partecipanti in due giornate, ha portato il “Made in Italy” anche a Osaka, il 3 e 4 novembre, nel cuore della città capoluogo dell’aera dal Kansai e secondo polo commerciale del Giappone.
L’interscambio commerciale tra il Kansai e il nostro Paese è stato caratterizzato negli ultimi anni da un ininterrotto saldo positivo per l’Italia, e sembra destinato ad aumentare ulteriormente attraverso il volano delle liberalizzazioni commerciali (abbattimenti tariffari e apertura agli scambi) ottenute a seguito del recente EPA con l’Unione Europea.
Solo nei primi 8 mesi del 2018 rispetto allo stesso periodo del 2017, vediamo un incremento dell’Export del 20% per un valore complessivo di 645 milioni di euro. Tra i settori merceologici più importanti si contano il chimico-farmaceutico, i macchinari e l’agroalimentare.
Italia, amore mio! è un appuntamento creato per sancire un legame, quello tra Italia e Giappone, che dura da anni e che rappresenta per molte PMI una vetrina sul territorio Giapponese utile a promuovere le relazioni commerciali con questo paese.
“Ora più che mai è importante aprire spazi nel mercato giapponese e del Kansai in particolare per prodotti e servizi italiani. L’accordo di libero scambio elimina via via molte zavorre che rendevano qui meno competitivo il made in Italy e facilita una rinnovata competizione libera da barriere normative e finanziare cambiando completamente il panorama commerciale e la struttura competitiva dei singoli mercati.
“Molte aziende italiane, che in passato avevano gettato la spugna sul mercato giapponese devono rivedere le loro strategie e la loro presenza in Giappone, anche magari in collaborazione con aziende locali. In questo il ruolo della Camera di Commercio Italiana e di un evento come “Italia, amore mio!” è sempre più rilevante e strategico per il successo dell’EPA.” ha dichiarato Francesco Formiconi, Direttore di EBC (European Business Council).
Il tema di questa edizione di “Italia, amore mio!” è stato “Passione Italiana”, che si abbina perfettamente alla città di Osaka, conosciuta come la più latina e passionale del Giappone. Il programma ha previsto un ricchissimo palinsesto di concerti, performance, workshops, incontri con artisti e personalità italiane e giapponesi.
Tra gli ospiti musicali anche Petra Magoni, una delle voci più suggestive della scena musicale europea e il talento di Virginio, artista pop che si è fatto conoscere prima a Sanremo e poi come vincitore dell’edizione 2011 di Amici, e molti altri volati dall’Italia per l’evento.
In mostra le eccellenze italiane, dalle macchine di lusso di Lamborghini, Ferrari e Maserati, a MSC, Alitalia, Barilla presenti con i loro stand. Non sono mancati neanche in questa edizione i siti dell’Unesco, al centro della promozione turistica grazie a Mirabilia, l’associazione che unisce 13 Camere di Commercio in tutta Italia. Così come la città di Matera, presente all’evento in preparazione di “Capitale della cultura europea 2019”.
Anche le delizie italiane del settore agroalimentare sono state esposte, immancabili pasta, gelato, arancini, prodotti locali regionali come il cioccolato di Modica o l’olio d’oliva siculo, accompagnati dalla presentazione di oltre 100 etichette di vini italiani.
I brands che hanno sostenuto Italia, amore mio! Osaka 2018 sono: Platinum sponsor: Lamborghini; Gold sponsor Barilla, Ferrari, Maserati, Matera 2019, Mirabilia European Network of Unesco Sites Silver sponsor: Alitalia, Gioia Firenze, MSC, Scolaro Japan Bronze sponsor: Acqua Planet, Bar del Sole, Disaronno, Garb Monaque, Dolce Vita, Intini, Memo’s, Nani Ricci, Oliva Sicula, Terre Paolini, Il Ghiottone, Pieno festa, Enoteca Mille, Raffinato altri: Armani Echange, Chervo.