Giappone, due ori e un argento per gli oli Farchioni al concorso internazionale di Tokyo

63

Due medaglie d’oro a “Collezione di Famiglia” e “Igp Toscana Selezione” e una medaglia d’argento a “Selezione 100% italiano”. Questi i premi conquistati a giugno al Concorso Internazionale Olive Japan di Tokyo da Farchioni. L’azienda ha sede in Umbria, a Gualdo Cattaneo in provincia di Perugia e, fin dal 1780, trasforma i frutti delle proprie terre (olive, uva, grano) per ottenere olio, vino, birra e farina di qualità al giusto prezzo. Giunto alla sua ottava edizione, il premio internazionale Olive Japan – che ha visto la partecipazione di 811 extra vergini e oli d’oliva da 27 nazioni, record di concorrenti dalla prima edizione del 2012 – è considerato il più importante e partecipato concorso di olio d’oliva in Asia e Oceania. Organizza il premio la Olive Oil Sommelier Association of Japan (OSAJ), l’unica organizzazione professionale giapponese per la formazione e la certificazione di esperti di olio d’oliva, indipendente da qualsiasi ente commerciale operante nel settore. La Commissione di giudici e assaggiatori giapponesi ha valutato gli extra vergine provenienti da 27 paesi del mondo: tra i più premiati Spagna, Italia e Grecia, seguite da Giappone, Portogallo, Turchia, Tunisia, Stati Uniti, Australia, Croazia e Argentina.

“Olive Japan è una delle principali competizioni di olio d’oliva al mondo – assicura Marco Farchioni, manager dell’azienda – e si ispira ai più alti standard di integrità e professionalità nel conferire medaglie ai migliori oli a livello globale. Bisogna ricordare infatti che questo concorso assegna soltanto medaglie d’oro e d’argento. Niente medaglie di bronzo, né ‘double gold’, né ‘platinum’. Il che significa che la selezione è assai severa e che i prodotti premiati sono davvero di qualità altissima. Proprio per questi motivi, siamo molto orgogliosi dei risultati raggiunti e di aver rappresentato il nome dell’olio italiano nel mondo insieme con gli altri colleghi produttori”.

Conclude Farchioni: “Questo concorso offre una preziosa opportunità per far conoscere le nostre imprese nel mercato nipponico, per favorirne le attività promozionali e per aiutarle ad espandere la propria presenza commerciale. Il Giappone – bisogna ricordarlo – è uno dei mercati più rilevanti al mondo per l’olio d’oliva”.

Ecco gli oli Farchioni premiati, nel dettaglio: Due Gold Metal per il “Collezione di famiglia” (un blend delle seguenti cultivar: Frantoio, Corregiolo, Moraiolo, Leccino) e per l'”Igp Toscana” Una Silver Medal per il “Selezione 100% italiano”, sulla base della cultivar Favolosa. I vincitori dei premi saranno segnalati dai più importanti quotidiani e riviste di settore a livello internazionale.