Giappone, Gabel sbarca sui mercati asiatici con 120 corner

67

Il Gruppo Gabel, storica realtà tessile italiana che comprende i brand Gabel, Somma, Vallesusa e Pretti, annuncia un importante accordo con Aeon Group, multinazionale con headquarter in Giappone e presente in tutta l’area asiatica (in 13 Paesi), con un fatturato di 8,2 trilioni di yen, 520.000 dipendenti e una rete distributiva di oltre 20.000 punti vendita. L’azienda comasca è stata scelta come emblema del “made in Italy” e dello stile italiano; dopo il primo contatto, che risale a un anno fa, e diversi incontri, è stata definita una collezione di tessile per la casa (teleria, spugne, accappatoi), con disegni in esclusiva per Aeon e per il mercato asiatico. Il progetto, che prevede ulteriori tappe di sviluppo, vede come prima tappa la presenza di Gabel in 120 punti vendita sul territorio giapponese, con corner a marchio. Per il Gruppo lariano questo accordo è solo l’inizio di un più ampio processo di internazionalizzazione e di apertura ai mercati esteri.