Giappone, San Marino stringe l’accordo per nuove prospettive d’affari con Tokyo

126

L’attenzione di Agenzia per lo Sviluppo Economico – Camera di Commercio nei confronti dei paesi asiatici ha portato alla firma dell’accordo con la Camera di Commercio italiana in Giappone. L’ente, che da quarant’anni è attivo nella promozione degli scambi commerciali tra Italia e Giappone, da oggi mette la propria esperienza e i propri strumenti a disposizione delle imprese sammarinesi interessate ad aprirsi al mercato giapponese e, naturalmente, a quelle che già vi operano.
In maniera analoga Agenzia costituirà, per i potenziali investitori nipponici, un punto di riferimento per orientarsi all’interno del tessuto economico della Repubblica di San Marino.
Dallo scambio gratuito di informazioni riguardanti i regimi doganali, all’organizzazione di appuntamenti sui rispettivi territori, fino alle attività di ricerca partner, agenti e distributori, sono tante le opportunità accessibili agli imprenditori desiderosi di cogliere la sfida rappresentata dal “Paese del Sol Levante”, terza economia mondiale dopo Stati Uniti e Cina.
E’ bene ricordare infine che anche la Repubblica di San Marino beneficia dei vantaggi dell’Accordo di Partenariato Economico stipulato tra Unione Europea e Giappone (in vigore dal 1 febbraio 2019) che, tra i punti più importanti, prevede una quasi totale eliminazione dei dazi doganali.
Pertanto i prodotti che hanno origine nella Repubblica di San Marino verranno accettati in Giappone come prodotti dell’Unione Europea. Allo stesso modo, in virtù dell’Accordo di Cooperazione doganale tra la Comunità Europea e la Repubblica di San Marino del 1991, il nostro paese applica ai prodotti originari del Giappone lo stesso trattamento tariffario preferenziale applicato dall’Unione Europea.