Giffoni Experience nel 2018 aprirà un Hub a Washington

69

Nel 2018 aprirà un hub del Giffoni Experience a Washington e verrà realizzata la prima edizione di un nuovo format internazionale: sono queste alcune delle novità che arrivano direttamente dagli Stati Uniti dove, alla George Washington University (GWU) è stato analizzato, studiato e promosso il “case history” del Gex, unico progetto culturale italiano. Due giorni per raccontare storia e prospettive future del Giffoni: docenti e ricercatori presenti alla GW October Conference hanno accolto con grande entusiasmo e attenzione l’iniziativa illustrata nelle aule dell’importante università americana. Promotori dell’evento sono stati il direttore del LISA Lab dell’Università degli Studi di Salerno, Roberto Parente, e il docente di management dell’ateneo americano e direttore del network International Council for Small Business, Ayman El Tarabishy. I due hanno sviluppato un progetto di ricerca internazionale focalizzato sul Gex, raccontandone il cambiamento attraverso una logica imprenditoriale. A confrontarsi con il pubblico internazionale, spiegando come l’idea Giffoni sia nata, cresciuta ed evoluta in quasi 50 anni, sono stati il direttore, Claudio Gubitosi e il Ceo di Giffoni Innovation Hub, Luca Tesauro. La George Washington University ha anche insignito il direttore Claudio Gubitosi del premio “Luminaries Awards 2017 per Social Entrepreneurship in Practice”. Gli altri due riconoscimenti sono stati assegnati a Young Sup Joo, Ministro della Corea del Sud per le medie imprese e al professor George Solomon, importante ricercatore e docente di Management. Come spiega lo stesso El Tarabishy l’onorificenza è “destinata a chi ha compiuto opere favolose nel mondo e in questo Giffoni rispecchia un vero miracolo italiano”. “Ho dedicato questo riconoscimento – sottolinea Gubitosi – alla mia regione, la Campania e ai tanti giovani studenti che aspirano a lavorare nel nostro Paese, senza essere costretti alla fuga”.