Giochi, Egba: “Italia dovrebbe notificare a Ue progetto bando che riduce concessioni”

12

Roma, 16 giu. (Adnkronos) – “Le autorità italiane dovrebbero notificare alla Commissione europea il progetto di bando che riduce drasticamente il numero di concessioni per il gioco a distanza nel paese aumentando il loro costo di dieci volte l’importo attuale. La notifica permette alla Commissione di stabilire se le norme nazionali proposte siano pienamente conformi al diritto dell’Ue”. E’ quanto afferma l’Egba, Associazione europea per il gioco e le scommesse, in un intervento pubblicato sul proprio sito. “Le autorità italiane stanno attualmente lavorando ad un nuovo bando di gara per le concessioni di gioco online che dal 2023 limiterà a 40 il numero di concessioni nel paese e aumenterà il loro costo con una base d’asta di partenza pari a 2,5 milioni di euro. Il progetto non è stato ancora notificato alla Commissione europea, contrariamente ai requisiti della direttiva europea circa l’obbligo di notifica, un processo mirato a garantire che le norme nazionali proposte siano in piena conformità con il diritto dell’Unione Europea”.