Gioin, a Napoli focus su agritech e digital manufacturing

58

Gioin (Gasperini Italian Open Innovation Network) – primo network dedicato all’Open Innovation delle imprese italiane grazie alle startup – torna oggi a Napoli con un nuovo evento sul tema ‘AgriTech e Digital Manufacturing: le nuove frontiere dell’innovazione 4.0’, all’interno dell’Innovation Village presso la Mostra d’Oltremare (Sala Watt, Padiglione 6). L’appuntamento del Gioin a Napoli è un’iniziativa di Digital Magics, business incubator quotato su Aim Italia di Borsa Italiana, in collaborazione con il Gruppo Intesa Sanpaolo e Banco di Napoli. L’incontro intende dare una risposta a interrogativi quali: “Come si applica il digitale all’agricoltura e alla manifattura tradizionali? Come cambia l’uso delle risorse e la cultura di questi due settori grazie a nuovi device e materiali, all’utilizzo degli Open Data, ai maker?”. L’evento di Napoli è il secondo degli 8 appuntamenti del Gioin per il 2017, il terzo incontro si terrà a Milano l’8 maggio all’interno del campus di coworking Talent Garden Milano Calabiana e si focalizzerà su Energia e tecnologia. Il quarto incontro del Gioin si svolgerà il 30 giugno e il 1° luglio a Saint Vincent e parteciperanno i principali protagonisti del digitale, istituzioni, aziende, investitori, incubatori, startupper che si confronteranno per fare il punto della situazione, in termini evolutivi, di tutto l’ecosistema dell’innovazione italiana. “Grazie al successo e all’interesse dimostrati nel 2016, coinvolgendo oltre 1.000 imprenditori, ad e direttori marketing, Gioin 2017 ha aggiunto altre due date al ciclo di incontri – sottolinea una nota – e ha stretto accordi con importanti aziende: Gruppo Intesa Sanpaolo, Boraso, Cisco, Ernst Young, Fastweb, Oracle e QvcItalia, che sono i partner dell’edizione di quest’anno, insieme a Talent Garden, Dla Piper e Dol. Il Gioin è ideato per approfondire le opportunità dell’innovazione aperta di processi, prodotti e servizi, utilizzando le piattaforme tecnologiche, attraverso la collaborazione con le startup innovative”.