Giornalisti, la città per anziani è la “Buona Notizia” del 2015: sabato premiazione a Caserta

25

Civitas Vitae“, una vera e propria città per anziani non autosufficienti, inventata e realizzata nei pressi di Padova da Angelo Ferro, è “la Buona Notizia” del 2015. Si tratta della prima infrastruttura di coesione sociale in Italia (altre sono in costruzione). Una città integrata, con strade sotterranee, strutture sanitarie, tecnologie digitali, centri di ricerca, abitazioni private, negozi, centri sportivi. Ogni giorno vi gravitano 3.500 persone, tra medici, operatori, familiari, scolaresche in visita. Ci sono la residenza Santa Chiara, che ospita 480 pazienti non autosufficienti (più altri 220 nella residenza Pio XII, più altri ancora in diverse strutture); l’ospedale di comunità per la riabilitazione; la residenza del sollievo, che ospita 40 persone in stato terminale o in coma vigile; la casa della sussidiarietà Filippo Franceschi dove vivono religiosi e giovani disabili che imparano a occuparsi degli anziani; il centro di riabilitazione. E poi le villette per gli anziani autosufficienti, tutte collegate, come in un’antica corte veneta, per cui chi vuole può stare da solo, ma chi desidera stare con gli altri può farlo. L’uomo che ha fatto tutto questo è un 78enne, Angelo Ferro, presidente dell’Opera dell’Immacolata Concezione. Nella vita precedente ha diretto un gruppo industriale: la maggior parte degli spaghetti prodotti nel mondo è fabbricato con i “suoi” macchinari. “La Buona Notizia” del 2015 è una iniziativa del “Premio Buone Notizie” insieme con il multiblog “Buone notizie” del “Corriere della Sera”. L’idea è quella di diffondere sempre di più il racconto delle storie positive che spesso si perdono nel marasma dell’eccezionalità e della cronaca, perdendo la loro carica positiva, eleggendone idealmente una a icona per un intero anno. Il premio a “La Buona Notizia del 2015” sarà consegnato sabato 23 gennaio a Caserta, nella Biblioteca del Seminario in piazza Duomo, insieme con gli altri riconoscimenti de Le Buone Notizie – Civitas Casertana. Il Premio, ideato dall’Ucsi, è organizzato insieme con l’Assostampa, l’Ufficio Diocesano delle Comunicazioni Sociali di Caserta, il Corso di Comunicazione dell’Issr, l’associazione ScrivEremo, e con il multiblog “Buone Notizie” del “Corriere della Sera”. Gode inoltre del patrocinio dell’Ordine dei Giornalisti della Campania e della Fisc, Federazione italiana settimanali cattolici. Gli altri premiati saranno Domenico Quirico, de “la Stampa”; Marcello Masi, direttore del Tg2; e Maria Grazia Capulli, conduttrice Rai 2 alla memoria; Lucetta Scarafia, editorialista dell’Osservatore Romano; e ai premi del concorso Scuola.