Giovani Confapi di Napoli: Misure anti Covid, De Luca ascolti le imprese

40
In foto Massimo Di Santis

“Si sente in giro dire che siamo in guerra con il Covid, ma non vorrei che quest’espressione abbia convinto qualcuno di essere l’uomo solo al comando dotato di pieni poteri”. A dirlo è Massimo Di Santis, presidente del gruppo Giovani Confapi di Napoli. “I provvedimenti che puntano alla tutela della sanità pubblica e alla salvaguardia della funzionalità ospedaliera – sottolinea il leader dei giovani imprenditori napoletani – sono assolutamente la priorità, in questo momento, ma ciò non significa che le attività economiche debbano vivere questi momenti di incertezza senza avere la giusta considerazione. Le ordinanze della Regione Campania, e a cascata quelle del governo centrale, rischiano di indebolire comparti già gravemente compromessi dall’ultimo lockdown e dalla crisi che non ha mai smesso di mordere, soprattutto in provincia di Napoli. Non possiamo permetterci passi falsi in questa direzione. Minacciare, come ha fatto il governatore della Campania Vincenzo De Luca, misure draconiane durante le dirette Facebook senza aver incontrato i rappresentanti di categoria, senza aver avuto modo di parlare con chi, come noi, quotidianamente combatte per esistere sul mercato e senza avere un quadro preciso della situazione, che è tutt’altro che florida, è una grave mancanza di rispetto per migliaia di imprenditori e di lavoratori”.