Giovani, fondi alla cooperazione
6,3 milioni di euro da Erasmus+

16

Un budget complessivo di 6,3 milioni di euro per fornire un sostegno strutturale alle organizzazioni non governative europee e alle reti attive nel settore dell’istruzione e della formazione o della gioventù. Un budget complessivo di 6,3 milioni di euro per fornire un sostegno strutturale alle organizzazioni non governative europee e alle reti attive nel settore dell’istruzione e della formazione o della gioventù. Bruxelles lancia, all’interno del programma Erasmus+, un invito a presentare progetti di cooperazione che prevede l’erogazione di finanziamenti attraverso due distinti lotti: cooperazione con la società civile in materia di istruzione e formazione (lotto 1); cooperazione con la società civile in materia di gioventù (lotto 2). Destinatari dei finanziamenti sono organismi no profit, associazioni, consorzi. Primo lotto Il sostegno previsto da questo lotto prende la forma di una convenzione quadro di partenariato della durata di tre anni, dal 2015 al 2017. Il finanziamento è destinato a Ong europee e reti che promuovono l’attuazione di riforme e azioni nei seguenti ambiti: eccellenza e innovazione, contrastare la “trappola delle scarse qualifiche” agevolando investimenti sostenibili nel settore, sostenere una nuova generazione di educatori, riconoscere e valorizzare le competenze attraverso strumenti europei che garantiscano la trasparenza e il riconoscimento del curriculum e dell’esperienza. Il programma di lavoro annuale dell’organizzazione deve prevedere attività, che possono essere realizzate a livello europeo, transfrontaliero, nazionale, regionale o locale, come scambi di esperienze e buone pratiche, creazione di reti e partenariati con altre parti interessate, studi, analisi, indagini, relazioni sulle politiche dell’Ue in materia di istruzione e formazione, attività di sensibilizzazione, informazione, divulgazione e promozione (seminari, workshop, campagne, incontri, dibattiti pubblici, consultazioni). La dotazione finanziaria complessiva dell’Ue nel 2015 per il co-finanziamento alla cooperazione con la società civile nel settore dell’istruzione e della formazione ammonta a 2,5 milioni di euro. Il contributo massimo può arrivare a 125mila euro se il sostegno viene richiesto da organizzazioni non governative europee, 200mila euro se a chiedere il finanziamento sono reti a livello europeo. Secondo lotto Il sostegno può consistere in una convenzione quadro di partenariato della durata di tre anni, 2015-2017, oppure in una sovvenzione di funzionamento annuale per il 2015. E’ possibile presentare una sola candidatura, o per la convenzione quadro o per la sovvenzione annuale. Il sostegno è destinato a Ong europee e reti attive nel settore della gioventù che perseguono precisi obiettivi: promuovere l’occupabilità dei giovani, favorire lo sviluppo personale, socioeducativo e professionale dei giovani in Europa; contribuire allo sviluppo del lavoro giovanile a livello europeo, nazionale, regionale o locale; promuovere l’apprendimento interculturale, il rispetto della diversità e i valori della solidarietà, delle pari opportunità e dei diritti umani. Per il co-finanziamento alla cooperazione nel settore della gioventù l’Europa ha messo a disposizione 3,8 milioni di euro. La sovvenzione annuale massima sarà di 50mila euro nel caso di convenzioni quadro di partenariato, 35mila euro nel caso di sovvenzione di funzionamento annuale. Domande Per la presentazione delle candidature è necessario registrarsi al fine di ottenere un participant identification code” (Pic) che sarà richiesto per generare l`eform, (formulario elettronico) e presentare la candidatura on line. Il bando resterà aperto fino alle ore 12 del prossimo 17 dicembre.


Contributi fino a 200mila euro • Risorse complessive 6,3 milioni di euro • Ripartizione 2, 5 milioni per il primo lotto (cooperazione in materia di istruzione e formazione) 3,8 milioni per il secondo lotto (cooperazione in materia di gioventù) • Contributo massimo 200 mila euro per progetti del primo lotto 50 mila per progetti del secondo lotto • Beneficiari Organismi no profit Enti Associazioni Consorzi • Scadenza Ore 12 del 17 dicembre Per la presentazione delle candidature è necessario registrarsi al fine di ottenere un participant identification code” (Pic) che sarà richiesto per generare l`e-form e presentare la candidatura on line
KA3_Erasmus-1.pdf