Giovani in esplorazione di Punta Campanella con Msc Foundation e Marevivo

25

Ultima avventura, sempre all’insegna del turismo sostenibile e della tutela ambientale, per i 130 bambini e ragazzi da tutto il mondo riuniti a Sorrento per il primo Global Youth Tourism Summitrealizzato dall’Organizzazione mondiale del Turismo delle Nazioni Unite (UNWTO).
MSC Foundation e il Gruppo MSC, main sponsor dell’evento, hanno infatti condotto i giovani partecipanti in un’escursione nella Baia di Ieranto guidata da biologi marini esperti, in collaborazione con l’Area Marina Protetta Punta Campanella e laonlus Marevivo.
Un luogo straordinario, tra Costiera Amalfitana e Golfo di Napoli, circondato da falesie calcaree a picco sul mare, dove secondo la mitologia Ulisse e il suo equipaggio furono ammaliati dal canto delle sirene.
Oggi è un’Area Marina Protetta che sperimenta e promuove un turismo green, per conciliare la tutela con la fruizione di un sito ricco di biodiversità e di bellezze naturalistiche da preservare.
Qui, immersi in un paesaggio ancora selvaggio e incontaminato, i ragazzi hanno potuto praticare sea-watching e ammirare stelle marine, ricci, triglie, piccoli polpi, murene, margherite di mare e la “preziosa” posidonia oceanica.
La tutela del pianeta blu e l’educazione ambientale delle nuove generazioni sono al centro dell’impegno di MSC Foundation, ente no profit del Gruppo MSC
“Vivere un’esperienza come questa e poter ammirare da vicino una bellezza così autentica – afferma la direttrice esecutiva di MSC Foundation, Daniela Picco – ci è sembrato il modo migliore per concludere questa settimana di lavori e lasciare nei ragazzi un ricordo indelebile dell’importanza di proteggere il mare e le sue creature”.
“Siamo onorati di ospitare i 130 ragazzi del Global Youth Tourism Summit e orgogliosi di offrire il nostro contributo ad un evento internazionale così importante – dichiara il presidente dell’Amp Punta Campanella, Lucio Cacace– L’educazione ambientale e un turismo ecocompatibile sono al centro delle nostre azioni. Le giovani generazioni sono molto attente a questi temi che devono necessariamente rappresentare il futuro per un territorio come il nostro.Ringrazio Marevivo e Msc Foundation, una fondazione sempre molto sensibile e attiva nelle azioni di tutela del mare”.