Giovanni Tedesco nuovo vice segretario dell’Anm

253

Cambio al vertice dell’Anm, alla scadenza dell’anno della giunta precedente. Il pm di Roma Francesco Minisci, esponente di Unicost, già segretario ai tempi della giunta presieduta da Piercamillo Davigo, è il nuovo presidente. Lo ha eletto il Comitato direttivo centrale, insieme al nuovo segretario che è Alcide Maritati, gip a Lecce e rappresentante di Area, il gruppo delle correnti ‘di sinistra’, Magistratura Democratica e Movimento per la Giustizia.
Nuovo vicepresidente è il pm di Pisa Giancarlo Dominijanni, di Magistratura Indipendente, mentre vicesegretario è Giovanni Tedesco (Area), presidente di sezione al tribunale civile di Napoli. La giunta, come le due precedenti, rimarrà in carica dodici mesi. Due anni fa è stata ripristinata l’esperienza delle giunte unitarie, in cui sono rappresentate tutte le correnti della magistratura, che annualmente si alternano alla presidenza dell’Anm. Anche se si è trattato di un’unitarietà durata poco, visto che quattro mesi dopo la fine del mandato di presidente di Davigo, il suo gruppo, Autonomia e Indipendenza, nel luglio scorso ha lasciato la giunta, in contrasto sull’atteggiamento ripetuto da A&I troppo ‘soft’ nei confronti del Csm sulle nomine. E da allora sono le tre correnti rappresentative delle nomine di oggi a condividere il governo del sindacato delle toghe. Il nuovo presidente, Minisci, è originario di Cosenza, ha 49 anni, e ha lavorato anche in Calabria, dove ha condotto indagini sulle cosche della ‘ndrangheta del cosentino. Lavoro che ha proseguito alla Direzione distrettuale antimafia di Roma, dove si e’ occupato delle infiltrazioni della ‘ndrangheta nella capitale e nel Lazio. Da componente del pool antiterrorismo della Procura di Roma, e’ stato titolare di inchieste sull’anarco-insurrezionalismo e sull’antagonismo sociale. Il segretario, Maritati, è coordinatore dell’ufficio del gip del tribunale di Lecce, è stato gup nel procedimento sulla strage di Palagiano (Taranto), un triplice omicidio che nel 2014 vide tra le vittime anche un bambino di due anni e mezzo.