Giudice napoletano confuso sui media col suo omonimo condannato per gravi reati. La solidarietà di Anm

29
in foto Nicola Russo (fonte: Facebook)

“Il collega Nicola Russo, stimato giudice presso la Corte di Appello di Napoli, già componente del Comitato direttivo della Scuola Superiore della Magistratura, è ancora una volta vittima di una informazione così superficiale e approssimativa che continua ad associare la sua immagine e il suo nome a quello di un omonimo magistrato amministrativo, coinvolto in una grave vicenda giudiziaria”. Lo scrive in una nota l’Anm dando la propria solidarietà al collega che subisce “un’omonimia più volte segnalata dal collega, che nonostante ciò si vede ancora esposto alle gravi conseguenze, per la sua reputazione e il suo onore, di un’associazione a fatti cui è assolutamente estraneo. Eppure un simile errore sarebbe evitabile dagli organi di informazione anche solo facendo ricorso a quel minimo di rigore e di verifica che dovrebbero caratterizzarne il loro lavoro”, conclude la nota.