Giugliano, interventi di manutenzione straordinaria per la scuola delle suore di via S. Anna

54
in foto Antonio Poziello, sindaco di Giugliano

“Faremo tutto quanto è nelle nostre possibilità affinché la scuola delle suore di Santa Giovanna Antida possa proseguire tranquillamente le sue attività. Si tratta di una scuola che è presente sul territorio da oltre cento anni e che svolge un’opera importante, proprio nel centro antico della città, dove c’è bisogno di punti di aggregazione e di formazione per i nostri ragazzi”. A parlare sono il sindaco Antonio Poziello ed il vicesindaco Domenico Pianese in merito alle difficoltà registrate dopo che una parte dell’istituto è stata interdetta per problemi strutturali. La questione sta preoccupando non solo i genitori degli alunni iscritti (elementare ed infanzia) ma anche parte della popolazione. In quella scuola sono passate intere generazioni di cittadini giuglianesi. Parte della struttura occupata dalle religiose (che è di proprietà del Comune ed affidata sulla base di una antica convenzione del 1872) nelle scorse settimane è stata interdetta e alcune classi sono state spostate nell’altra ala dell’edificio. L’amministrazione comunale, intanto, si è impegnata a programmare e a finanziare gli interventi di manutenzione straordinaria, appostando i relativi finanziamenti nel piano triennale delle opere pubbliche. Ma è necessario attendere i tempi previsti dalle procedure amministrative. “Assicurazioni che ho ribadito – spiega il vicesindaco Pianese – nel corso di un incontro che abbiamo avuto lunedì scorso con alcuni rappresentanti della Congregazione religiosa”. Nell’attesa dell’avvio dei lavori, il Comune si è anche detto disponibile “considerando – spiega ancora il vicesindaco Pianese – l’opera che le le suore svolgono e che svolgeranno ancora sul nostro territorio” di mettere a disposizione ben sette aule presso il complesso ex Clarisse di via Camposcino, che dista solo qualche centinaio di metri dall’istituto di via Sant’Anna. Si tratterebbe, dunque, di uno spostamento temporaneo per poi tornare, ultimati i lavori, nella sede storica.