Giugliano, sale la curva dei contagi. Il Sindaco ordina il coprifuoco dalle 18 per i minori

148
in foto il sindaco di Giugliano Nicola Pirozzi

“Negli ultimi giorni la curva epidemiologica ha fatto toccare un forte picco di ascesa” e “gli ospedali sono in grande sofferenza perché ormai totalmente saturi e il personale medico ed infermieristico è piegato da turni massacranti”. Sono queste le ragioni che hanno spinto il sindaco di Giugliano in Campania, Nicola Pirozzi, ad adottare una nuova ordinanza anti-assembramenti, che vieta ai minori di circolare sul territorio comunale dopo le ore 18, a meno che non siano accompagnati da un genitore o da un adulto convivente. La stessa ordinanza, firmata ieri ma che entra in vigore oggi, chiude, sempre a partire dalle 18, le piazze della città. Aree che resteranno off limits anche di sabato e di domenica ma per l’intero arco della giornata. Vietato, inoltre, fumare in pubblico, compreso dispositivi elettronici, e sostare in più di 4 persone nello stesso punto del paese, indipendentemente dal fatto che si indossi o meno la mascherina e che si rispetti il distanziamento.
L’obiettivo di questa nuova stretta adottata dal primo cittadino del comune non capoluogo di provincia più popoloso d’Italia (125mila abitanti) è diminuire la mobilità a rischio e gli assembramenti. “Vi esorto a rispettare le misure, prima di tutto per amore di questa città – scrive il sindaco Pirozzi rivolgendosi ai suoi concittadini – noi tutti rivogliamo la nostra normalità ma questo è il momento di anteporre la salute ad ogni altra cosa. E questo il mio dovere di primo cittadino”. Le misure contenute nell’ordinanza resteranno in vigore fino al 30 novembre. Le violazioni saranno punite con multe fino a mille euro.