Giulio Castriota Scanderbeg nuovo segretario generale della Giustizia amministrativa

687
in foto Giulio Castriota Scanderberg

Giulio Castriota Scanderbeg è il nuovo segretario generale della Giustizia amministrativa. Con la registrazione del decreto di nomina si è concluso oggi l’iter procedimentale della sua nomina, avvenuta su proposta del presidente del Consiglio di Stato Luigi Maruotti. Castriota Scanderbeg è presidente di sezione del Consiglio di Stato e svolge le sue funzioni giurisdizionali, in seconda sezione, dal 2019. Nel 1991, è entrato per concorso in magistratura ordinaria e ha esercitato le funzioni giurisdizionali di giudice civile e penale fino al gennaio del 2000, quando è entrato per concorso nei ruoli dei Tribunali amministrativi regionali. Nel 2007 è stato nominato consigliere di Stato avendo conseguito per concorso la idoneità alla nomina. Negli anni, ha ricoperto diversi incarichi: nel 2016-2019 è stato componente dell’Adunanza plenaria del Consiglio di Stato e, dal 2018 al 2023, del Consiglio di Presidenza della giustizia amministrativa (l’organo di autogoverno della Magistratura amministrativa), dove è stato eletto nella quota dei consiglieri di Stato. Inoltre, è stato componente della Sezione consultiva della Corte Federale d’Appello, in seno alla Federazione italiana giuoco calcio, fino al settembre 2019. Dal novembre 2019 è componente, sempre in ambito Figc, della Commissione di vigilanza sulle società di calcio (Covisoc). È anche componente della Corte sportiva d’appello in ambito Aci. Significativa è stata anche la sua esperienza nell’ambito delle procedure di amministrazione straordinaria di grandi imprese in crisi: attualmente ricopre l’incarico di presidente del Comitato di Sorveglianza del gruppo Alitalia, nonché del gruppo Pansac. Nel novembre del 2021 è stato nominato componente della Commissione di garanzia e controllo in seno all’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, incarico svolto fino al maggio 2023. Nel corso degli anni ha partecipato quale relatore a numerosi convegni giuridici. Dal 2004 è cavaliere di onore e devozione del Sovrano militare Ordine di Malta, di cui condivide le iniziative caritatevoli, assistenziali e di soccorso nelle aree disagiate.